Gela, panettiere accoltella il figlio

0

Il titolare di un panificio di Gela, Giuseppe Tascone di 52 anni e’ stato denunciato
all’autorita’ giudiziaria per lesioni aggravate nei confronti del figlio Eliseo di 24 anni. Ieri sera, i due avrebbero avuto una colluttazione all’interno del panificio di via Pozzillo, in
cui lavorano. Durante la lite il giovane sarebbe stato accoltellato al petto, anche se la vittima ha fornito alla  polizia altre versioni. Ricoverato in ospedale, e’ stato dichiarato guaribile in nove giorni e dimesso. Il panettiere inizialmente ha detto di essersi procurato la ferita a causa di una caduta accidentale. Ma la sua versione non ha convinto la polizia che ha interrogato Tascone, il quale ha sostenuto la ferita gli era stata procurata da un extracomunitario nei
pressi del “Villaggio Aldisio”, a seguito di un diverbio  scaturito per la compravendita di una dose di marijuana. Ma non ancora convinti gli inquirenti si sono recati nel panificio di
via Pozzillo, dove hanno scoperto numerose chiazze di sangue sul giubbotto indossato da Giuseppe Tascone, sul pavimento, sui
sanitari del bagno annesso all’attivita’ e su un sacco vuoto usato per la farina.