Salute

Caltanissetta. Tony Maganuco e Massimo Pastorello: “Con centomila euro si poteva realizzare un medio alto concerto ed almeno un mese di spettacoli di tutti i tipi”

Redazione 1

Caltanissetta. Tony Maganuco e Massimo Pastorello: “Con centomila euro si poteva realizzare un medio alto concerto ed almeno un mese di spettacoli di tutti i tipi”

Gio, 04/08/2022 - 14:23

Condividi su:

CALTANISSETTA. Riceviamo e pubblichiamo nota di Tony Maganuco e Massimo Pastorello rivolta al sindaco a proposito delle dinamiche legate all’organizzazione degli spettacoli estivi in Città.  

“Siamo seriamente preoccupati per la strada che stanno percorrendo i nuovi colleghi dell’agenzia “ACS” (agenzia comunale spettacoli) rappresentata dai signori Caracausi e Giammusso. Sinceramente in trent’anni di carriera abbiamo visto di tutto e di più, ma a questo livello mai. Premettendo che il nostro consiglio è di mandarli a casa. In alternativa togli la delega agli eventi perché non hai idea che danni alla città, al mondo dello spettacolo ed a te caro Sindaco. Se proprio non ce la fai ci permettiamo di dare qualche consiglio per farli studiare.

Quando un comune chiama direttamente una produzione il costo automaticamente aumenta dal 20% a salire. Per questo esistono i “local promoter” una volta chiamati impresari. Risparmiando anche più del 20%. I colleghi Caracausi/Giammusso prima di pubblicare il programma estivo, dovrebbero guardarsi attorno, magari qualche loro “collega” (professionista) sta organizzando qualcosa.

Che succede? Non solo non li aiutate, nello stesso giorno organizzate un “evento”. Praticamente andate contro i nisseni. Malgrado la preparazione del duo comunale. Abbiamo visto un artista in corso Umberto che si cambiava nella macchina a vista!! Palco nudo, neanche due quinte, Osservare questo scempio da chi in questa città ha dato molto, evitiamo i curriculum, ci fa solo vergognare. Altra legge dello spettacolo: Se un artista si esibisce mentre è in tour, si paga solo il cachet e nessuna spesa ex, alberghi, cene. Se viene come ospite la cosa cambia, in questo caso sì. Faglielo sapere.

La nostra esperienza ci fa dire che con centomila euro, si poteva realizzare un medio alto concerto ed almeno un mese di spettacoli di tutti i tipi. Compreso villaggi in centro. Cosa fanno i rappresentanti della ACS, agenzia comunale spettacoli?

Una rassegna di cabaret di medio livello, quattro ballate per i quartieri, il famoso M’arricrio Music Fest, che anticipiamo: è normale riempire una piazza con spettacoli gratuiti, sarebbe grave il contrario. Sarà un caso, ma l’unica cosa degna di nota: la rassegna Jazz stranamente organizzata da una persona del settore.

E cortesemente caro Sindaco, consigli all’organizzatore del M’arricrio music fest, non nisseno, ovviamente, che non apra la conferenza stampa comunicando che grazie alla manifestazione si sono venduti 3000 panini con la porchetta le 985 panini con le panelle. Per favore, perché è vergognoso.

Per chiudere stavamo pensando di organizzare un convegno: “Cerchiamo di capire perché la classe politica che governa la città è così: esterofila, così presuntuosa, così arrogante, così poco rispettosa dei professionisti dello spettacolo”, Caro Sindaco, il quadro è questo. Noi li manderemmo a casa. Dimissioni subito. Se ti piacciono i suicidi politici. Ti auguriamo buona fortuna”.

 TONY MAGANUCO – MASSIMO PASTORELLO