Salute

Donazione di cibo per Cani dalla Croce Rossa Italiana di Caltanissetta alla Casa delle Culture e del Volontariato

Redazione

Donazione di cibo per Cani dalla Croce Rossa Italiana di Caltanissetta alla Casa delle Culture e del Volontariato

Ven, 25/09/2020 - 09:02

Condividi su:

Donazione di cibo per Cani dalla Croce Rossa Italiana di Caltanissetta alla Casa delle Culture e del Volontariato

Non occorre attendere Natale per donare cibo ai piccoli e grandi animali in cerca di casa e affetto: In un periodo così complicato dal punto di vista sanitario per tutto il mondo, la Croce Rossa Italiana Comitato di Caltanissetta si è distinta per un’importante iniziativa di solidarietà. Il Comitato nisseno, retto dal Presidente Nicolò Piave ha infatti donato cibo per cani  alla Casa delle Culture e del Volontariato di Caltanissetta.

L’attività della Croce Rossa è avvenuta in collaborazione con Purina, azienda leader nazionale di alimenti per animali che ha effettuato una ingente quantità di tali prodotti alla Croce Rossa, che li ha poi inviati ai comitati richiedenti. Un progetto che fa parte del Tempo della Gentilezza, iniziativa nazionale della Croce Rossa  per tutelare i più bisognosi durante questo periodo di emergenza. 

“Qualche tempo fa ho sentito il direttore della Casa delle Culture e del Volontariato Filippo Maritato – spiega Nicolò Piave, presidente della Croce Rossa nissena – che mi diceva della presenza di stabile di sette cani, oltre ad altri cuccioli che erano nati da poco, che erano a totale carico delle associazioni del MO.V.I. che sono ospitate presso la struttura nissena. Il consiglio direttivo ha così pensato di chiedere al Comitato Nazionale l’invio di tali prodotti alimentari, che arrivati, sono stati consegnati direttamente al caro amico Filippo, perché questo gesto possa sgravarlo, seppur per un limitato lasso di tempo, dall’incombenza economica che grava sulle associazioni e, come spesso accade, direttamente sulle tasche del Direttore.”

 La consegna è avvenuta ieri di circa quaranta chilogrammi di alimenti è avvenuta direttamente nelle mani del direttore Filippo Maritato da parte del Presidente CRI Nicolò Piave e del consigliere CRI Marco Lacagnina.