Salute

Concluso il corso FIGC per allenatori di futsal. L’ex ct azzurro Menichelli: “Una gioia tornare a Caltanissetta”

Donatello Polizzi

Concluso il corso FIGC per allenatori di futsal. L’ex ct azzurro Menichelli: “Una gioia tornare a Caltanissetta”

Lun, 06/07/2020 - 10:25

Condividi su:

Concluso il corso FIGC per allenatori di futsal. L’ex ct azzurro Menichelli: “Una gioia tornare a Caltanissetta”

Si è concluso la scorsa settimana il corso di allenatori di calcio a 5 che si è svolto a Caltanissetta e che aveva preso il via il 4 febbraio; 124 ore di lezioni che hanno eletto il capoluogo nisseno capitale del futsal siciliano: 31 i partecipanti da ogni angolo dell’isola.

La fine del ciclo didattico è stata segnata dagli esami di Tecnica condotti da Roberto Menichelli, ex allenatore della nazionale italiana di futsal che conquistò l’Europeo nel 2014, adesso docente alla scuola allenatori di Coverciano e coordinatore delle squadre nazionali di calcio a 5 della Figc.

Il corso, nonostante la “mannaia” del covid-19, è stato portato a termine con la didattica a distanza grazie alla tenace opera del Comitato di Caltanissetta, dell’eclettico delegato Giorgio Vitale e dell’inesauribile segretario Giovanni Seminara.

Da sinistra: Giorgio Vitale e Roberto Menichelli

Gli esami hanno preso il via il 17 giugno. I discenti si sono cimentati in medicina dello sport con il dottore Pasquale Scarantino, in psicopedagogia con il dottor Angelo D’Auria, in carte federali con Giorgio Vitale, in regolamento con l’arbitro piemontese Mario Renna (corso tenuto dal presidente Aia di Enna, Giuseppe Di Gregorio) ed in metodologia dell’allenamento con Alessio Torino.

Poi l’allentamento delle norme anti covid-19 ha indotto il settore tecnico di Coverciano ad inviare Roberto Menichelli a Caltanissetta per completare il corposo ed interessante programma didattico; all’appello mancavano 8 ore di “pratica” sul campo. Nei due giorni a seguire, 2 e 3 luglio, si è svolto l’esame di Tecnica; tutto presso la struttura comunale polivalente “M. Amari” di via Portella della Ginestra.

Roberto Menichelli era già stato a Caltanissetta nel dicembre del 2011 per il Main Round delle qualificazioni al Mondiale di calcio a cinque del 2012 in Thailandia nel quale gli azzurri conquistarono il bronzo.

Mister Menichelli, iniziamo dal passato, che ricordo ha di quelle partite? “Caltanissetta mi è rimasta nel cuore. Palcarelli stracolmo di gente per tutte e tre le gare vittoriose contro Polonia, Bulgaria e Romania: tante persone ma. ancor più coinvolgente l’affetto che ci mostrarono. Ospitalità indimenticabile: la perfetta sinergia tra Comitato regionale Sicilia e di Caltanissetta, ci hanno permesso di vivere una settimana di cui conservo davvero un ricordo vivido. Anche adesso in albergo si sono ricordati di me: non nego il piacere di aver lasciato anche io un bel ricordo. Non posso che, anche a distanza di anni, ricordare e ringraziare tutte le persone che si sono adoperate in quell’occasione: tutto andò per il verso giusto. Poi ci metto anche che al mondiale abbiamo conquistato il bronzo, affetti e sport, si fondono mirabilmente”.

Settore tecnico Coverciano ed allenatori di calcio a 5, situazione e formazione: “Negli ultimi anni la formazione ha avuto un incremento notevole anche qualitativamente, come è stato riconosciuto ed apprezzato dalle federazioni estere. Il settore tecnico lavora incessantemente per il miglioramento della didattica e per venire incontro alle richieste delle singole regioni: sono loro che chiedono i corsi in base all’analisi ed alle istanze che raccolgono sul territorio. Gli allenatori sono determinanti per la crescita di questo sport che ha un incremento costante di tesserati: avere molti allenatori offre, inoltre, alle società la possibilità di scegliere e crescere”.

Il corso di Caltanissetta reso ‘indimenticabile’ dall’emergenza covid-19. “Eravamo partiti molto bene con il ciclo delle lezioni ed avevo trovato dei ragazzi attenti e appassionati negli incontri svolti nel capoluogo nisseno. Poi, nonostante l’emergenza covid-19, la sinergia tra il settore tecnico e il comitato di Caltanissetta che ha mostrato un’organizzazione impeccabile, ha consentito l’utilizzo della didattica a distanza per completare la teoria. Anche in questa occasioni tutti i corsisti hanno partecipato compatti. Finita l’emergenza sono potuto tornare in questa delizia città, con grande piacere, per completare il programma, ritrovare i ragazzi e svolgere l’esame: esperienza didattica unica e importante, anche per me”.

Adesso per i 31 allievi l’attesa dell’esito degli esami. Al corso hanno preso parte: Luigi Adamo, Enrico Asta, Luigi Bonetta, Luigi Raimondo Bordonaro, Linda Buggea, Ofelia Buggea, Armando Burgio, Sebastiano Caizza, Vincenzo Caltagirone, Paolo Cammarata, Salvatore Capuano I, Salvatore Capuano II, Fabrizio Eugenio Caristia, Giuseppe Castiglione, Filippo Costa, Vincenzo Delia, Aldo Christian Di Gaudio, Alessandro Di Natale, Giovanni Luca Farina, Giovanni Fontana, Davide La Morella, Antonio Lo Giudice, Marcello Lo Porto, Emanuele Parisi, Davide Pastorello, Davide Pennuto, Angelo Vincenzo Pirrera, Michele Donatello Polizzi, Giuseppe Scaletta, Alex Josè Tumminelli, Luca Tutttobene.

Foto con alcuni dei corsisti