Salute

Cgil, Cisl e Uil Caltanissetta ad Agrigento il 25 gennaio: parteciperanno alla manifestazione sulle infrastrutture

Redazione

Cgil, Cisl e Uil Caltanissetta ad Agrigento il 25 gennaio: parteciperanno alla manifestazione sulle infrastrutture

Mer, 22/01/2020 - 08:47

Condividi su:

Cgil, Cisl e Uil Caltanissetta ad Agrigento il 25 gennaio: parteciperanno alla manifestazione sulle infrastrutture
CGIL, CISL e UIL di Caltanissetta sostengono  la manifestazione  organizzata ad Agrigento il prossimo 25 Gennaio, per rivendicare il miglioramento delle infrastrutture viarie, la sburocratizzazione delle procedure a ogni livello e lo sblocco dei cantieri aperti o che devono ancora aprire.
I Segretari Generali, Giudice, Gallo e Mudaro parteciperanno con una l delegazione di lavoratori, lavoratrici, pensionati e pensionate, alla  manifestazione che vede coinvolte le OO.SS. di Agrigento, la Curia Arcivescovile e i Sindaci della provincia di Agrigento perchè le due province hanno tango in comune ad iniziare da tante aeterie stradali interne tra Comuni limitrofi e la più nota 640 (costruendo scorrimento veloce).
Il tema delle infrastrutture è centrale anche per le implicazioni che lo stesso assume nei confronti dello sviluppo del territorio, dichiarano Giudice, Gallo e Mudaro che già in provincia di Caltanissetta abbiamo avviato attraverso un incontro con l’assessore Falcone al quale si è chiesto un coordinamento permanente per sostituire le parole ai fatti e un altro incontro, di qualche giorno fa, con il Vice Ministro Cancilleri al quale si è chiesta la convocazione delle ferrovie delle Stato per dare una spinta alla mobilità ferroviaria. E’ importante fare SQUADRA, far dialogare i territori, mobilitare le comunità, e fare sentire forte la voce di tutti perchè tutte le aree interne sono trascurate e vivono una condizione a rischio isolamento, basti pensare ai tanti Comuni del Vallone dopo un’ ora di pioggia.
La manifestazione avrà inizio alle ore 11.00 dalla rotonda sotto il tempio di Giunone e il corteo si snoderà fino a raggiungere la rotonda della Strada degli Scrittori.  La protesta vede i partecipanti condividere un unico cartello sociale, ovvero quello di restituire la dignità ai cittadini di Agrigento eliminando lo stato di isolamento e di emarginazione dell’intera provincia.. L’attenzione sarà rivolta al completamento dei lavori sulla 640 e sulla 189 ma anche alla viabilità interna al territorio provinciale “sempre più precaria”.