Caltanissetta, bilancio attività carabinieri. Colonnello Daidone: “Città sicura, reati in calo. Commercianti, con piccole preacuzioni riducono i rischi a zero”

0

Consueta relazione-bilancio dell’arma dei carabinieri sull’attività svolta a Caltanissetta ed in provincia nel 2019. I dati statistici sono stati forniti e ‘sviscerati’ stamani nel corso della conferenza stampa dal colonnello Baldassare Daidone, comandante provinciale dell’Arma e dal capitano Salvatore Vilona, comandante della Compagnia di Caltanissetta.

Carabinieri intervenuti nel 65 percento dei reati avvenuti nel 2019 nel nisseno, scoprendo 1 594 delitti su 2 mila 797 totali e perseguendo quasi 4mila e 800 reati su 7 mila e 400 avvenuti complessivamente in provincia. Con una diminuzione pari al 7 percento rispetto al 2018. Furti, c’è un calo del 22%, così come gli incendi d’auto che diminuiscono del 20%. Nel 2019 abbiamo registrato zero omicidi ed estorsioni in calo (-29%). Gli arresti sono in aumento 325 in un anno, che per una realtà come Caltanissetta non sono un dato trascurabile. Sono invece aumentati i sequestri di sostanze stupefacenti.

Queste invece le principali operazioni dei carabinieri nel 2019:

Marzo 2019, personale del Nucleo Investigativo eseguiva un decreto di fermo a carico di 3 soggetti, individuati quali mandante ed esecutori materiali dell’omicidio di LAMAJ Astrit, nato in Albania il 12.08.1971, avvenuto il 15 gennaio 2013 in Muggiò (MB) e della successiva soppressione del cadavere, i cui resti sono stati rinvenuti il 15 gennaio 2019 in Senago (MI);

Aprile 2019, personale del Reparto Territoriale di Gela ha eseguito ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 2 soggetti ritenuti responsabili di associazione nalizzata al traco illecito di sostanze stupefacenti. Attività d’indagine denominata “SMART”;

Luglio 2019 a Riesi (CL), personale della dipendente Stazione Carabinieri ha tratto in arresto ZAHARIA Marian Ovidiu, nato a Botosani (Romania) il 04 agosto 1991, ivi residente, di fatto domiciliato a Riesi (CL), pluripregiudicato, in ottemperanza al “mandato di arresto europeo” originato dall’Autorità Giudiziaria Rumena, dovendo il ZAHARIA espiare la pena definitiva di anni 3 di reclusione per fatti commessi in Romania in data 29 ottobre 2010;

Luglio 2019, personale del Reparto Territoriale di Gela ha eseguito ordinanze cautelari  nei confronti di 17 soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traco illecito di sostanze stupefacenti, cessione, trasporto, detenzione illecita di stupefacenti in concorso e danneggiamento seguito da incendio. Attività d’indagine denominata “BOOMERANG”;

Agosto 2019, ad Aragona (AG), personale del Nucleo Investigativo ha tratto in arresto TARDANICO Salvatore, nato a Caltanissetta il 09 novembre 1994, residente a La Louviere (Belgio), pregiudicato, in ottemperanza al “mandato di arresto europeo” originato dall’Autorità Giudiziaria Belga, dovendo il TARDANICO espiare una pena per rapina aggravata in concorso, furto in abitazione e altro, per fatti commessi in Belgio;

Settembre 2019, personale della Compagnia di Caltanissetta ha eseguito OCCC nei confronti di 8 soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, cessione, trasporto, detenzione illecita di stupefacenti in concorso. Attività d’indagine denominata “LULÙ”;

Novembre 2019, personale del Reparto Territoriale di Gela ha eseguito OCCC nei confronti di 3 soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di associazione finalizzata alle truffe e detenzione illecita di stupefacenti. Attività d’indagine denominata “SHOWDOWN”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here