Palermo. Dopo rimprovero a scuola, 13enne telefona a casa: mamma picchia professore

0

Un docente sarebbe stato schiaffeggiato dalla madre di un’alunna della scuola media Borgese a PALERMO stamane. La polizia e’ intervenuta su segnalazione del personale scolastico. Secondo una prima ricostruzione a scatenare l’aggressione sarebbe stato l’invito fatto dal docente a una sua studentessa tredicenne a non interrompere la lezione e a non uscire dall’aula senza autorizzazione. Un “invito” che la giovane, con il suo comportamento, avrebbe declinato piu’ volte. Per riportarla al suo posto il professore, che insegna storia e geografia, l’avrebbe presa per un braccio per accompagnarla dal corridoio fino al banco. A quel punto la ragazza sarebbe uscita urlando dalla classe per telefonare alla madre: “Mi ha messo le mani addosso, vieni subito”. A quel punto la madre della studentessa, scortata dalla nonna, e’ arrivata di gran corsa alla scuola media Borgese. Quindi ha superato la sicurezza, si e’ diretta nell’aula e avrebbe schiaffeggiato il docente. I colleghi e il personale Ata hanno chiamato la polizia. Gli agenti intervenuti hanno ascoltato la madre della studentessa, il docente e alcuni colleghi che avevano assistito alla scena. Ora tocchera’ alla vittima dell’aggressione decidere se sporgere o meno denuncia nei confronti della famiglia. E’ stato inoltre convocato un consiglio di classe straordinario per valutare la posizione della studentessa, il cui cognome sarebbe gia’ comparso diverse volte nella casella delle note di demerito dei registri scolastici.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here