Mussomeli, carenza pediatri e Cardinale sollecita l’ Asp per interventi rapidi e risolutivi

0

IMG_0439MUSSOMELI – Il neo consigliere di “Pensare Solidale” Salvatore Cardinale si dice preoccupato per la carenza di pediatri nel territorio ed ancora di piuù, a seguito del trasferimento al Nord dell’apprezzato dott. Antonino Cumella per motivi familiari. Così si legge in un comunicato stampa: “La preoccupante situazione venutasi a creare a seguito delle dimissioni del dottor Antonino Cumella, che per motivi di ordine personale ha deciso di trasferirsi altrove cessando la propria attività professionale presso la nostra comunità ha determinato, come era prevedibile disorientamento e preoccupazione tra i genitori dei suoi piccoli assistiti. Con l’assenza del dottor Cumella resterebbero in tutto il distretto sanitario soltanto due pediatri insufficienti a garantire l’assistenza a tutti i piccoli utenti. Tale circostanza non fa altro che aggravare ulteriormente la già precaria situazione assistenziale pediatrica determinata dal fatto che sono stati preclusi i ricoveri pediatrici in ospedale già dallo scorso mese di febbraio e che l’unica pediatra in servizio in ospedale garantisce soltanto la mattina l’attività ambulatoriale. Considerato che attualmente la popolazione in età pediatrica è di circa 1000 unità sarebbe auspicabile da parte della ASP un intervento tanto rapido quanto risolutivo al fine di porre rimedio alla problematica in questione. Per i genitori dei bambini non resterebbe alternativa diversa di quella di rivolgersi a pediatri che svolgono la loro attività come liberi professionisti e quindi dietro un corrispettivo economico , spese che a causa della situazione economica in cui versano alcune famiglie a causa della disoccupazione non sempre consente alle stesse di poter permettersi tali spese”.