Salute

Caltanissetta: colpi di arma da fuoco in centro storico. Pallottola centra Suv, nessun ferito

Redazione

Caltanissetta: colpi di arma da fuoco in centro storico. Pallottola centra Suv, nessun ferito

Mar, 31/01/2017 - 21:02

Condividi su:

CALTANISSETTA – Sparatoria, questa sera, per i vicoli del centro storico di Caltanissetta. Alcuni colpi di pistola, infatti, sono stati uditi da alcuni residenti di via Pampillonia nel quartiere Santa Lucia. Tempestivo l’intervento delle Volanti della Polizia di Stato coordinate dal commissario capo Alessandro D’Arrigo presente sul posto.
C’è chi ha affermato di aver sentito diversi spari, ma al momento gli investigatori hanno accertato che un proiettile – probabilmente vagante – ha mandato in frantumi il finestrino lato passeggero di un Suv Toyota Rav 4 posteggiato sul bastione di Corso Umberto, a poca distanza dalla Biblioteca “Luciano Scarabelli”. Nessuno è rimasto ferito. Ad accorgersi del vetro in mille pezzi è stata, casualmente, la proprietaria che era scesa in strada per far passeggiare i suoi cani e s’è accorta del finestrino danneggiato.

Tutta da decifrare la dinamica della sparatoria, avvenuta poco prima dell’orario di chiusura dei negozi e in una zona popolata. E’ possibile – ma la ricostruzione è ancora al vaglio della Polizia che fino a tarda sera ha effettuato i sopralluoghi con gli esperti della Scientifica fino in piazza Calatafimi – che la sparatoria sia iniziata nei pressi della biblioteca e sia proseguita in via Pampillonia, dove gli investigatori hanno sequestrato alcuni bossoli. Rimane un enigma, al momento, se qualcuno abbia sparato per intimidire un rivale che vive nel rione oppure v’era in corso una lite degenerata improvvisamente a colpi di pistola. In queste ore i poliziotti, oltre a sentire potenziali testimoni che possano aver udito voci o notato la presenza di persone sospette, stanno verificando se nella zona vi sono telecamere di sorveglianza privata o in dotazione ai negozi del circondario. Non è escluso, infatti, che le telecamere possano aver ripreso l’arrivo o la fuga del pistolero.

Necrologi di Caltanissetta