Salute

Nel siracusano, pericolosi assembramenti: movida alla pista ciclabile di Avola, “bivacco per giovani che bevono alcolici”

Gaetano Scariolo - blogsicilia.it

Nel siracusano, pericolosi assembramenti: movida alla pista ciclabile di Avola, “bivacco per giovani che bevono alcolici”

Lun, 22/03/2021 - 09:56

Condividi su:

Nel siracusano, pericolosi assembramenti: movida alla pista ciclabile di Avola, “bivacco per giovani che bevono alcolici”

Con le strette imposte dai Dpcm, sono state trovate delle scappatoie per trascorrere del tempo insieme come se ci si trovasse nei locali. E’ accaduto ad Avola, dove la zona della pista ciclabile si è trasformata in una piccola movida: un luogo in cui tanti giovanissimi, molti dei quali in sella agli scooter, si recano, in particolare nel fine settimana. Il rischio del contagio, a causa degli assembramenti, è piuttosto elevato.

La testimonianza di un genitore

“I ragazzi hanno aguzzato l’ingegno – racconta un genitore di Avola – riuscendo a trovare delle scappatoie per incontrarsi e soprattutto fare incetta di alcolici. Si recano nei centri commerciali, comprando liquori di ogni tipo, per poi ritrovarsi nell’area della pista ciclabile dove rimangono fino alle 22. Molti di loro tornano a casa ubriachi, per non parlare di ciò che lasciano sull’asfalto: bottiglie di vetro, alcune infrante”.

Accade anche a Noto

Quello di rifornirsi di superalcolici nei supermercati in pieno pomeriggio per poi consumare da qualche parte è un fenomeno presente anche nelle vicina Noto. Nei giorni scorsi, infatti, gli agenti del commissariato di polizia, nell’ambito dei controllo anti Covid19, hanno sanzionato 21 persone, perlopiù giovanissimi, o perché erano senza mascherina o perché non avevano rispettato il distanziamento.

Ragazzi ubriachi

Nel corso degli accertamenti, la polizia, al comando del dirigente Paolo Arena, si è accorta di una nuova tecnica dei ragazzi per consumare alcolici: portarseli da casa, aggirando così la zona arancione che impone restrizioni ai titolari dei bar e di altri locali. Infatti, in un controllo, scattato in pieno centro storico, alle spalle di Palazzo Ducezio, la sede del Comune di Noto, gli agenti hanno individuato 7 ragazzi, 5 donne e 2 maschi, che avevano con se delle bottiglie contenenti vino e vodka, per metà già svuotate.

Necrologi di Caltanissetta