Salute

Caltanissetta, influenza: l’Asp punta a 65mila vaccinazioni

Redazione

Caltanissetta, influenza: l’Asp punta a 65mila vaccinazioni

Gio, 17/09/2020 - 19:18

Condividi su:

Caltanissetta, influenza: l’Asp punta a 65mila vaccinazioni

Aumentare nel prossimi mesi, in occasione della ormai imminente campagna antinfluenzale che comincerà il 5 ottobre e si concluderà il prossimo 28 febbraio , quanto più possibile il numero delle persone da vaccinare al fine da renderle più protette non solo in occasione dell’arrivo della nuova influenza stagionale ma anche rispetto ad una e possibile aggressione del coronavirus: è questo l’obiettivo che vogliono perseguire a livello ministeriale ed anche i responsabili dell’assessorato regionale alla Sanità e dell’Asp di Caltanissetta con questi ultimi che si sono organizzati per tempo il quantitativo di dosi necessarie in maniera da garantire a tutti coloro che si vorranno (e dovranno) vaccinare.

E’ infatti annunciato per questa mattina in via Cusmano l’arrivo delle prime scorte dei quattro vaccini che saranno utili e la richiesta delle dosi – formulata dai dirigenti della direzione strategica Alessandro Caltagirone, Marcella Santino e Pietro Genovese e da Francesco Iacono, direttore dell’unità operativa Sanità Pubblica, Epidemiologia e Medicina preventiva dell’Asp – stavolta è stata superiore a quella effettuata lo scorso anno quando le vaccinazioni furono in tutto 46.649: quest’anno si partirà da un quantitativo iniziale che consentirà l’eventuale utilizzo di 25 mila dosi per il vaccino trivalente (destinato ai soggetti fragili ed ai soggetti di età superiore ai 75 anni, di 23.00 dosi del tetravalente da utilizzare anche per i bambini), di 4.500 dosi del quadrivalente per il personale sanitario destinato ai servizi pubblici, privati e convenzionati (dovrebbero essere 3.180 in tutto) ed infine 500 dosi di quadrivalente ad alto dosaggio per gli i soggetti immunodepressi.

«Si tratta in tutto di circa 53 mila dosi – ricorda il dott. Iacono – ma il nostro obiettivo è arrivare alla distribuzione di almeno 65 mila dosi». «Con la somministrazione del vaccino antinfluenzale le persone sapranno difendersi meglio dal covid-19 – spiega la dott.ssa Marcella Santino – ed è per questo che consigliamo a tutti i componenti delle famiglie di vaccinarsi, a cominciare dagli anziani over 60 che possono contagiare i bambini, con questi ultimi che possono infettare i nonni procurando loro danni fisici gravissimi, agli stessi genitori. La cosa più importante è sapere che il vaccino c’è e ci sarà per tutti, così come c’è tutto il tempo necessario per vaccinarsi poiché la prossima epidemia influenzale è attesa per febbraio.

Opportuno ricordare ancora una volta che ormai il vaccino è sicuro, che va fatto soprattutto in questo periodo e che risulta utile ed efficace». «Inoltre va sottolineato che quest’anno – aggiungono Iacono e Santino – stiamo cominciando un mese prima rispetto agli anni passati. L’Asp nei prossimi giorni provvederà a distribuire ai medici di famiglia le dosi di vaccino che potrebbero servire da destinare ai loro assistiti che ne faranno richiesta, e che saranno in quantitativi maggiori (circa 300-400 dosi) per ciascun ambulatorio rispetto allo scorso anno quando la dotazione fu di 250-300 dosi.

Le persone che non potranno essere assistite dai medici di base hanno la possibilità di recarsi negli ambulatori attivati in ciascun Comune della provincia: a Caltanissetta ce ne sono due, entrambi nei locali di via Cusmano, e sono il “Cl 1” (per i bambini) ed il “Cl 2” (per gli adolescenti e gli adulti, situato nella palazzina “B”)». Non sono ancora disponibili nel Nisseno le scorte che potranno essere richieste in farmacie dalle persone che vorranno farsi il vaccino senza dover ricorrere all’assistenza dei medici di famiglia: dosi che avranno un costo che andrà dagli 8,40 ai 12 euro per quello trivalente e di 14 euro per il quadrivalente. (di Giuseppe Scibetta, La Sicilia)