Salute

San Cataldo. Ecco l’ordinanza per il conferimento dei rifiuti con la raccolta “porta a porta”.

Redazione 1

San Cataldo. Ecco l’ordinanza per il conferimento dei rifiuti con la raccolta “porta a porta”.

Mer, 03/06/2020 - 19:28

Condividi su:

San Cataldo. Ecco l’ordinanza per il conferimento dei rifiuti con la raccolta “porta a porta”.

SAN CATALDO. La commissione straordinaria, per una migliore efficienza del servizio di igiene urbana, ha deciso di disciplinare con un’apposita ordinanza le modalità di conferimento dei rifiuti differenziati e residuali provenienti delle utenze domestiche ricadenti nelle aree servite dal servizio di raccolta del tipo “porta a porta”. L’articolazione del servizio di raccolta dei rifiuti urbani, nelle zone della Citta in cui è operativa la modalità di raccolta del tipo “porta a porta”, viene attuata osservando il seguente calendario:

· LUNEDI’: ritiro della frazione di rifiuto organico (umido);

· MARTEDI’: ritiro della frazione di rifiuto residuale indifferenziato; MERCOLEDI’: ritiro della frazione di rifiuto organico (umido);

· GIOVEDI’: ritiro del rifiuto differenziato derivante da imballaggi in carta/cartone, vetro e lattine;

· VENERDI’: ritiro della frazione di rifiuto umido;

· SABATO: ritiro del rifiuto differenziato derivante da imballaggi in plastica.

Al fine di poter accedere al servizio pubblico di raccolta dei rifiuti solidi urbani, sono stati distribuiti a tutta la cittadinanza i contenitori dotati di codice a barre e transponder RfiD, forniti dal gestore del servizio di igiene urbana. La nuova ordinanza prevede che il ritiro dei rifiuti urbani, differenziati e residuali, da parte del gestore del servizio di igiene urbana, l’ATI MULTIECOPLAST S.r.l. e GILMA S.r.l., con specifico riferimento alle utenze “domestiche” ricadenti nelle zone della Città in cui è già attivo il servizio del tipo “porta a porta”, dovrà avvenire secondo il calendario attualmente vigente e precisamente:

• LUNEDI’ → rifiuti di natura organica (umido);

• MARTEDI’ → rifiuto residuale indifferenziato;

• MERCOLEDI’ → rifiuti di natura organica (umido);

• GIOVEDI’ → rifiuto differenziato derivante da imballaggi in carta/cartone, vetro e

lattine;

• VENERDI’ → rifiuti di natura organica (umido);

• SABATO → rifiuto differenziato derivante da imballaggi in plastica.

Inoltre, il conferimento dei rifiuti da parte delle utenze domestiche in cui è già attivo il servizio del tipo “porta a porta” dovrà avvenire in prossimità del civico di competenza, dalle ore 21,00 (del giorno precedente) alle ore 6,00 del giorno riportato nel calendario, UTILIZZANDO ESCLUSIVAMENTE GLI APPOSITI CONTENITORI (mastelli) forniti dal gestore del servizio di igiene urbana dotati di codice a barre e transponder RfiD, nel rispetto del calendario riportato al punto precedente e secondo le seguenti modalità:

· rifiuti di natura organica (o umido): contenitore di colore MARRONE;

i rifiuti dovranno essere contenuti in sacchetti preferibilmente “compostabili” o, in alternativa, facilmente biodegradabili. E’ fatto assoluto divieto dell’utilizzo di sacchetti in plastica e di colore nero. Sono ricompresi in tale tipologia di rifiuto, oltre gli avanzi di cucina, anche il rifiuto residuale indifferenziato: contenitore di colore GRIGIO; i rifiuti dovranno essere contenuti in sacchetti preferibilmente biodegradabili e comunque trasparenti. E’ fatto assoluto divieto dell’utilizzo di sacchetti di colore nero.

· rifiuto derivante da imballaggi di carta e/o cartone: contenitore di colore BIANCO; i rifiuti dovranno essere contenuti esclusivamente in sacchetti di carta e/o conferiti in modo sfuso.

· rifiuti derivanti da recipienti in vetro e lattine: contenitore di colore BLU; i rifiuti dovranno essere conferiti esclusivamente in modo sfuso.

· rifiuto derivante da imballaggi in plastica: contenitore di colore GIALLO; i rifiuti dovranno essere contenuti esclusivamente in sacchetti di plastica (con l’esclusione di quelli di colore nero) e/o conferiti in modo sfuso.

· rifiuti ingombranti e rifiuti di apparecchiature elettriche o elettroniche (RAEE): lo smaltimento di tali rifiuti potrà avvenire mediante prenotazione contattando il numero telefonico messo a disposizione dal gestore di igiene urbana, che è anche reperibile nel sito istituzione del Comune.

Ai trasgressori delle prescrizioni dell’ordinanza verrà applicata una sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 50,00 ad Euro 500,00 fatta salva la segnalazione all’Autorità Giudiziaria, qualora ne ricorrano i presupposti. Qualora la trasgressione si configuri come “ABBANDONO DI RIFIUTI”, sarà applicata la sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 300,00 a Euro 3.000,00. Se l’abbandono riguarda rifiuti pericolosi, la sanzione amministrativa è aumentata fino al doppio. (foto dal web).