Salute

Mussomeli, formazione sull’uso del defibrillatore alla Scuola “L. da Vinci

Carmelo Barba

Mussomeli, formazione sull’uso del defibrillatore alla Scuola “L. da Vinci

Gio, 16/01/2020 - 08:15

Condividi su:

Mussomeli, formazione sull’uso del defibrillatore alla Scuola “L. da Vinci

MUSSOMELI –  (Dalla Scuola)    “All’istituto Comprensivo L. da Vinci di Mussomeli, avviata la campagna di sensibilizzazione sulla cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro, con una prima formazione sull’uso del defibrillatore, di una parte del personale docente e Ata in servizio nei due plessi di Mussomeli.   E’ la scuola infatti, secondo quanto afferma la dirigente scolastica dell’istituto, prof.ssa Alessandra Camerota, la sede primaria, istituzionale e strategica per la formazione di tale cultura, e nella quale avviare un processo allargato di partecipazione, indirizzo e sensibilizzazione complessiva degli operatori scolastici e dell’utenza. La scuola era già in possesso, da qualche tempo, di due defibrillatori, donati rispettivamente dall’ Associazione VIVI, destinato al plesso di via Madonna di Fatima, che ospita alunni di scuola dell’infanzia e di scuola primaria, e dal Rotary club di Mussomeli, destinato al plesso di scuola secondaria di primo grado.  La formazione del personale è stata realizzata da due professionisti del settore, gli infermieri Schifano e Nisi, grazie alla sensibilità del direttore della centrale operativa del 118 della provincia di Caltanissetta, dottor Misuraca. Le teche apposite, necessarie per esporre i defibrillatori, sono state acquistate con il contributo di un genitore di alunni frequentanti l’istituto, il signor Vincenzo Domenico Vullo, che, avendo fatto una cospicua donazione, ha chiesto di utilizzare tale somma per migliorare e accrescere i livelli di sicurezza della scuola, dando facoltà alla dirigente scolastica di utilizzarli di volta in volta per tale importante scopo: grata la dirigente ha apprezzato tale gesto in quanto segno di grande generosità e di sensibilità nei confronti del lavoro svolto quotidianamente dalla istituzione scolastica, anche in termini di formazione sociale, civile e umana. Ancora ha ringraziato tutti coloro che hanno reso possibile tale importante passo di crescita per la scuola, ha inoltre affermato che l’attività di formazione informazione continuerà con un ciclo di formazione anche rivolto agli alunni: la cultura della sicurezza, infatti, si costruisce prima di tutto a scuola, luogo privilegiato dove imparare le regole fondamentali per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro”.