Meteo: settimana tra forte maltempo ed in Sicilia caldo anomalo oltre 30 gradi

0

 L’Italia e’ parzialmente interessata da un’insidiosa perturbazione che portera’ oggi condizioni di diffuso maltempo soprattutto al Nordovest, dove e’ alto il rischio di nubifragi. Il team del sito https://www.ilmeteo.it/comunica che tra domani e mercoledi’, l’alta pressione gia’ presente su gran parte del Paese riuscira’ a spingere ulteriormente verso ovest il brutto tempo e tutta l’Italia sara’ avvolta da una mite e stabile atmosfera, minata solo dalle nebbie notturne e mattutine in formazione sulle pianure del Nord e nelle vallate piu’ interne del Centro. I valori termici aumenteranno anche sulle regioni nordoccidentali, fin qui un po’ ai margini dell’ondata di caldo africano, che ha interessato principalmente il centro-sud.

Tra mercoledi’ sera e la giornata di giovedi’ 24, un insidioso vortice che fino ad ora era rimasto nei pressi della Spagna, comincera’ a spostarsi verso i mari ad ovest della Sardegna. E’ dunque atteso un progressivo ritorno di forti precipitazioni, ancora una volta ad appannaggio delle regioni nordoccidentali, ma con interessamento anche della Sardegna e in seguito della Toscana. Verso la sera di giovedi’ il Meteo andra’ peggiorando inoltre sulle coste settentrionali del Lazio e sull’ovest della Sicilia. Attenzione in quanto la perturbazione non riuscira’ ad evolvere verso levante perche’ frenata dalla presenza dell’alta pressione. Questa situazione di blocco, portera’ ad una maggior persistenza dei fenomeni sulle medesime zone con rischio di precipitazioni anche piuttosto intense ed abbondanti. In queste giornate i termometri saliranno ulteriormente su tutto il Paese, anche al Nordovest per effetto di una maggior ingerenza dell’alta pressione. Clima praticamente estivo al Sud e sulle isole maggiori, dove la colonnina di mercurio potra’ salire addirittura oltre i 30 gradi sulle aree interne della Sardegna e della Sicilia. Valori termici in ascesa anche al Centro-Nord, prossimi ai 28 gradia Roma, Firenze e intorno ai 25/26 su molte tratti della Val Padana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here