Salute

Lavori in corso Vittorio Emanuele. Passerelle trappola: anziana inciampa e si ferisce

Redazione

Lavori in corso Vittorio Emanuele. Passerelle trappola: anziana inciampa e si ferisce

Lun, 03/11/2014 - 09:01

Condividi su:

imageCALTANISSETTA – Alla fine quello che si temeva è successo. In corso Vittorio Emanuele sventrato per i lavori di ripavimentazione in una delle passerelle precarie collocate al posto dei marciapiedi rimossi una anziana signora ha perso l’equilibrio ed è scivolata davanti la sede del Monte dei Paschi di Siena. È stata aiutata dal marito e poi dai vigili del fuoco (l’interessata ha riportato solo qualche contusione) fatti intervenire per constatare lo stato di estrema insicurezza in cui è piombato il corso Vittorio Emanuele dove muoversi a piedi, in spazi ristrettissimi e passerelle in ferro a dir poco traballanti poggiate sulla terra scoscesa, è diventato estremamente rischioso. E sabato sera è successo il “fattaccio” che ha fatto esplodere la rabbia dei commercianti.

I vigili urbani d’intesa con i vigili del fuoco hanno chiuso il varco riservato ai pedoni con una transenna regolarmente spostata da chi aveva necessità di transitare in quel posto. Enzo Nicosia titolare di “Mille Idee” negozio a poca distanza dal punto dove è caduta la signora spara a zero: «Dove sono finiti tutti gli aspiranti consiglieri comunali, alcuni dei quali poi eletti, che venivano da noi in campagna elettorale per chiedere i voti. Tutti spariti. Avevo detto sin dall’inizio che questo lavoro doveva essere rinviato ad altra data. Nessuno dei colleghi mi ha dato retta e adesso stiamo piangendo le conseguenze di una situazione davvero allucinante. Abbiamo detto all’amministrazione comunale che rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno stiamo accusando un calo nelle vendite di oltre il cinquanta per cento. Sembra di parlare al vento ma nessuno si sta rendendo veramente conto – ha aggiunto Nicosia – che di questo passo uno dopo l’altro i negozi di corso Vittorio Emanuele sono destinati a chiudere i battenti. (Stefano Gallo GdS.it)