Salute

Futsal, C1: la Vigor San Cataldo espugna Leonforte ed aggancia in vetta il Gela

Redazione

Futsal, C1: la Vigor San Cataldo espugna Leonforte ed aggancia in vetta il Gela

Mar, 22/11/2022 - 19:36

Condividi su:

Grinta, determinazione ed abnegazione, gli ingredienti che hanno consentito alla Pgs Vigor San Cataldo di espugnare per 3 a 1 l’ostico campo del Città di Leonforte e di agganciare in vetta alla classifica del campionato di serie C1 di calcio a 5, girone B, la Ssd Gela Futsal.

La trasferta in terra ennese era un autentico esame di maturità per il quintetto di mister Marcello Lo Porto considerando la caratura dei padroni di casa, sempre autoritari e atleticamente intensi sul manto sintetico casalingo e sostenuti da un folto pubblico.

Sancataldesi che iniziano il match con Camilleri tra i pali, Granatiere alle spalle di Capitan Alessi, Niccoli e l’under Agnello. Sin da subito il ritmo è “stratosferico” e sono gli ospiti a suonare il primo squillo di tromba con Granatiere ed Agnello da soli contro il portiere, ma il primo, peccando di egoismo, decide di “mettersi in proprio “e spreca il probabile vantaggio, calciando sull’estremo difensore. Un copione che i sancataldesi recitano costantemente ma senza la necessaria precisione, con Niccoli,  Marquez e Martorana, ‘incapaci’ di gonfiare la rete. I Locali pungono su una ripartenza: il numero 7 Cravotta apparecchia un assist perfetto al secondo palo, ma Niccoli si “traveste” da Capitan Alessi e salva un goal praticamente fatto.

Ripresa ancor più tellurica. Dopo appena 43 secondi sul cronometro, è Niccoli ad ‘accendere’ la luce in verticale per Granatiere, che resiste all’urto avversario e con una suolata di tacco, restituisce la sfera a Niccoli: assist geometrico per Agnello che sblocca lo score.

Azione praticamente identica dopo meno di 2 minuti ma, Agnello, questa volta, “spara” alto sopra la traversa.

Padroni di casa che tentano di riequilibrare il risultato e testano i riflessi del portiere Camilleri, sempre attento ed efficace. Al 20’, il guardiapali sancataldese, è troppo “leggero” nel servire Alessi, che prova a rimediare in scivolata: fischio del direttore di gara, punizione dal limite e secondo giallo per il difensore, costretto a prendere anzitempo la strada dello spogliatoio.

Locali però, che non sfruttano la superiorità numerica, grazie alla granitica difesa ben organizzata da Mister Lo Porto.

I padroni di casa iniziano a spingere e su calcio di punizione, trovano il goal del pareggio.

Inerzia che potrebbe nettamente cambiare, ma la Vigor dimostra di essere una squadra solida e matura. Dopo tre giri di lancette Marquez sulla destra, trova Agnello che, con una magia di tacco, buca sotto le gambe il portiere avversario.

Vigor che non ha intenzione di abbassarsi e con una bella azione di Tacito, trova sulla destra Niccoli che lascia partire una rasoiata perfetta sul secondo palo, ma Agnello non arriva all’appuntamento per un soffio. I neroverdi, trovano nella loro strada gli under Martorana e Tacito che con interventi al limite chiudono la porta diverse volte. Ennesi, con il quinto uomo di movimento, che impensieriscono solo una volta la difesa sancataldese, con un tiro che termina appena sopra la traversa.

Titoli di coda della gara affidati allo spagnolo Marquez, che ricevuta la sfera da sinistra, salta un uomo e la “infila” sotto la traversa per il tripudio della panchina blu amaranto.

Adesso, campionato fermo per un turno: i Sancataldesi tornano in campo sabato 3 dicembre, in casa, al PalaMaira contro lo Scicli.