Salute

Regionali: vince Bonaccini (51,4%) in Emilia, Santelli in Calabria, crollo M5S

Redazione

Regionali: vince Bonaccini (51,4%) in Emilia, Santelli in Calabria, crollo M5S

Lun, 27/01/2020 - 09:24

Condividi su:

Regionali: vince Bonaccini (51,4%) in Emilia, Santelli in Calabria, crollo M5S

L’Emilia-Romagna va al centrosinistra con l’elezione a presidente di Stefano Bonaccini che raggiunge 51,4% dei consensi con 1.178.421 voti, Lucia Bergonzoni sostenuta dal centrodestra si ferma al 43,68% con 1.005.298 voti, mentre Simone Benini del M5S raccoglie il 3,46% per 79.751 consensi. Questi i principali risultati delle elezioni Regionali in Emilia-Romagna quando sono state scrutinate 4.459 sezioni su 4.520 e dove si e’ registrato un boom di affluenza del 67,7% contro il precedente 37,8 per cento. In Calabria trionfa il centrodestra con la candidata presidente Jole Santelli che raggiunge il 55,82% con 371.239 voti, mentre lo sfidante del centrosinistra Filippo Callipo si ferma al 30,33% con 201.752 voti, mentre Francesco Aiello sostenuto dal Movimento 5 Stelle raccoglie il 7,31% con 48.608 voti (2.066 sezioni scrutinate su 2.420). Stabile l’affluenza in Calabria al 44,33% (contro il 44,15% delle precedenti elezioni).

Il voto in Emilia-Romagna, piu’ rappresentativo del campione nazionale e sul quale il leader della Lega Matteo Salvini aveva poggiato le speranze per dare una spallata al Governo Pd-M5S, dirada le nubi sull’Esecutivo e gli consente di guardare avanti verso un orizzonte piu’ sereno, grazie alla riaffermazione del Pd (che ha beneficiato del movimento popolare delle Sardine, ringraziato pubblicamente dal segretario del partito Nicola Zingaretti) che controbilancia il forte ridimensionamento del Movimento 5 Stelle. Dato, quest’ultimo, che potrebbe pesare nelle scelte politiche future della maggioranza di Governo. Un’analisi piu’ approfondita del voto in Emilia-Romagna rivela che il Pd e’ il primo partito con il 34,7% dei consensi, pari a 739.640 voti, tallonato dalla Lega con il 32% (681.725 voti), poi con grande distacco Fratelli d’Italia con l’8,6% (183.633 voti), lista Bonaccini presidente col 5,8% (123.207 voti), Movimento 5 Stelle al 4,7% con 100.864 voti (ma il candidato Stefano Benini raccoglie solo il 3,5% per effetto del voto disgiunto), E-R Coraggiosa Ecologista Progressista al 3,8% (80.230), mentre Forza Italia si ferma al 2,6% (54.697 voti).

NECROLOGI