Azzurra Cancelleri: “Mie parole decontestualizzate e utilizzate impropriamente”

0

La lingua italiana è una lingua meravigliosa ma, per alcuni, evidentemente difficile da comprendere ed interpretare, soprattutto quando si specula volutamente decontestualizzando una frase ed utilizzandola impropriamente al solo fine di fare polemica, come quella appena fatta sulla ricostruzione del Ponte Bailey.

Ebbene sì, sarei stata accusata di aver fatto un “intervento inopportuno” in un mio post Facebook (che non è un comunicato, tanto per essere precisi!), annunciando trionfalmente “la realizzazione dell’opera nel minor tempo possibile, essendo stati abbondantemente abbattuti i tempi assai lenti della burocrazia”.

Per chi ha un buon rapporto con la lingua italiana non sarà certo difficile comprendere che il mio post dice, in verità, l’esatto contrario e, cioè, testualmente che: “…una sola conferma arriva da tutta questa vicenda: il lavoro intrapreso dal Governo per eliminare il cancro della burocrazia che intasa ogni procedura deve essere sostenuto con forza e portato avanti nel più breve tempo possibile”.

Ergo, volendo rendere il passaggio ancora più comprensibile, non si è scritto che si è stati celeri nella ricostruzione del Ponte (a fronte di un tempo di posa di soli 22 giorni ricordiamo che ne sono passati circa 160 di gravosa ed inutile burocrazia), ma che si deve fare presto nell’abolire la burocrazia che è la sola ed unica causa di ritardi ormai divenuti inaccettabili.

A chi parla, a sproposito, di “speculazione” rispondo ancora che, trattandosi di Strada Provinciale, la competenza in merito alla ricostruzione non era chiaramente nazionale ma che il Governo sta facendo tutto quanto in Suo potere nominando, nel Decreto Sblocca cantieri, un Commissario Straordinario per l’emergenza della viabilità secondaria, nel tentativo proprio di accorciare tempi divenuti drammaticamente biblici e venendo così incontro alle esigenze dei territori e dei cittadini.

Nessuno si prende meriti, ma non accettiamo di diventare il capro espiatorio designato!

Azzurra Cancelleri, M5s