Mussomeli, a Palazzo Sgadari tavolo di confronto tra Comitato “Viabilità Negata del Vallone”, Sindaci e Politica

0

MUSSOMELI – Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa n.8, relativa all’assemblea svoltasi il 26 gennaio scorso e promossa dal Comitato Viabilità Negata del Vallone:
“In margine all’incontro-assemblea cittadina che si è svolto sabato 26 c.m. nei locali del Circolo Trabia, organizzato dal nostro comitato, ci preme soprattutto sottolineare la nostra più viva soddisfazione per la sua riuscita, dovuta ad un’ampia partecipazione e per i risultati ottenuti. Il primo obiettivo che ci ponevamo, infatti, era quello di coinvolgere oltre che la cittadinanza e i pendolari, le forze politiche, sociali ed economiche, in modo da stabilire un fronte comune capace di portare avanti, con maggiore forza ed efficacia, la legittima e sacrosanta battaglia, oltre che per il ponte crollato sulla Sp38, per la viabilità disastrata dell’intero Vallone che versa in una condizione di quasi totale isolamento, gettando così le basi per il suo riscatto.     All’appello hanno risposto il Sindaco di Mussomeli e dei comuni viciniori: Villalba, Acquaviva Platani, Sutera e alcuni imprenditori. Mancavano sicuramente la grande politica (parlamentari regionali e nazionali) e i rappresentanti del libero consorzio, ragion per cui non è stato possibile dare un’efficace risposta a tanti interrogativi che angosciano ormai da troppo tempo le nostre popolazioni: le lungaggini burocratiche, la predisposizione dei progetti esecutivi che consentono di spendere tempestivamente i finanziamenti del Patto per il Sud (32,5 Milioni di Euro), gli opportuni interventi di manutenzione per le strade provinciali in stato di quasi totale abbandono, ecc.
Alla fine del dibattito, che ha registrato gli interventi del moderatore Prof. Silvestre Messina, del coordinatore del comitato Francesco Amico, dei sindaci di alcuni cittadini, l’assemblea ha fatto propria la proposta del comitato di indire un tavolo di confronto, successivamente fissato per il pomeriggio del 1 febbraio, nella sala conferenze di Palazzo Sgadari, cui saranno chiamati a partecipare, su invito del sindaco di Mussomeli unitamente agli altri sindaci del Vallone, ai rappresentanti del Comitato, tutti i parlamentari regionali e nazionali eletti in provincia cui spetta il doveroso compito di dare concrete risposte ad un territorio che li ha eletti, stremato e disilluso, ma che non ha ancora abbandonato l’idea che queste contrade periferiche della Sicilia possano ritrovare la strada del riscatto e della rinascita.    Si intravede comunque qualche piccolo risultato: grazie anche al nostro impegno sono iniziati i lavori propedeutici per la collocazione del ponte Bailey sulla Sp 38”.
1

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here