San Cataldo, potenziamento del servizio di Urologia della Casa di Cura “Regina Pacis”

0

SAN CATALDO – Dal 1° gennaio 2019, il servizio di Urologia della Casa di Cura “Regina Pacis” sarà potenziato ed esteso su quattro giorni alla settimana. L’ambulatorio di Urologia è attualmente a disposizione del pubblico il lunedì e mercoledì pomeriggio dalle 15:00 alle 18:00.
“Entro fine anno – spiega il Responsabile del reparto di Urologia, dott. Francesco Vacirca (nella foto) – previo accordo con la Direzione aziendale della Casa di Cura “Regina Pacis” – sarebbe nostra intenzione quella di potenziare a San Cataldo la nostra attività di diagnostica strumentale, ovvero ecografie urologiche e diagnostica endoscopica, nonché biopsie prostatiche con tecnica Fusion, che è possibile eseguire solamente qui in tutto il Centro Sicilia grazie alla presenza, nella Struttura, della Risonanza Magnetica a 3 Tesla e ad un ecografo 3D dedicato”.
“Dal 1° gennaio 2019” continua la dott.ssa Carla Cammarata “speriamo di esser in grado di poter dare addirittura assistenza specialista a domicilio per quei pazienti presenti nel Territorio e che lo richiedano. Questo rappresenta sicuramente un salto di qualità nell’ambito dei servizi offerti ai cittadini, decongestionando il forte afflusso di pazienti sia alla Casa di Cura “Regina Pacis” sia ai Presidi Ospedalieri, decentrando i servizi sul territorio regionale e abbattendo i tempi di attesa per l’erogazione delle prestazioni”.
Inoltre, l’attività del Centro di Genetica Oncologica (CGO) della Casa di Cura “Regina Pacis” consente di identificare la mutazione dei geni BRCA che, insieme al dosaggio del PSA, diventa fondamentale nella prevenzione dei tumori prostatici. La sinergia tra il servizio di Urologia ed il CGO apre, in questo modo, scenari importanti per la realtà nissena e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here