Maltempo, 13 morti in Sicilia e 3 inchieste. Musumeci: “Alto prezzo” 

0

PALERMO  – Con il ritrovamento oggi del medico Giuseppe Liotta, stamane, nel Corleonese, salgono a tredici le vittime ufficiali dell’ultima terribile ondata di maltempo in Sicilia. Oltre a pediatra, i nove morti di Casteldaccia: due nuclei familiari tra loro imparentati, travolti dalla piena del fiume Milicia nella villa presa in affitto, trasformatasi in una trappola, risultata abusiva e che doveva essere demolita; il produttore di vini di Salemi, il cui corpo e’ stato recuperato a Vicari; e la coppia di coniugi che proveniva da Francoforte e che ha trovato la morte a Cammarata, in provincia di Agrigento.
Tre i fascicoli d’indagine aperti: due dalla procura di Termini Imerese sui casi di Casteldaccia, il primo, su quello di Corleone e Vicari il secondo; e un terzo dalla procura di Agrigento.
“La Sicilia ha pagato un caro prezzo”, commenta il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, “quello che temevamo e’ purtroppo accaduto. La tragica fine di Giuseppe Liotta, che rende ancora piu’ pesante il gia’ drammatico bilancio della calamita’ dei giorni scorsi, e’ avvenuta mentre il professionista andava a compiere il proprio dovere di medico ospedaliero, malgrado l’inclemenza del tempo. Un atto di alto senso civico che voglio sottolineare con forza. La comunita’ siciliana e’ vicina ai familiari del dottor Liotta, in questo momento di grande dolore”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here