Mafia: confiscati 9 mln al costruttore di Cosa nostra a Palermo 

0

PALERMO – Confiscati beni per 9 milioni di euro all’imprenditore edile Antonino Maranzano, pregiudicato palermitano di 78 anni, esponente del clan mafioso dell’Uditore. La polizia di Stato ha eseguito il decreto della Sezione Misure di prevenzione del tribunale di Palermo, emesso su proposta del questore Renato Cortese; applicata anche la misura della sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per tre anni. La proposta del questore e’ legata alle indagini della Squadra mobile che, nel giugno del 2010, hanno portato all’arresto di 18 persone per associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni e trasferimento fraudolento di valori, aggravato. Il 17 gennaio 2013, con sentenza emessa dalla Corte di Appello di Palermo, divenuta irrevocabile il 21 febbraio 2014, Maranzano e’ stato condannato a otto anni e sei mesi per aver fatto parte della cosca mafiosa di Uditore, svolgendo il ruolo di referente per Ia ‘messa a posto’ delle imprese; per essersi attivato in favore di Francesco Bonura (sottocapo della cosca dell’Uditore) e di altri affiliati in ordine alla gestione di attivita’ imprenditoriali realizzate nell’interesse di Cosa nostra; e per avere fittiziamente attribuito a un prestanome l’intera titolarita’ della 3G Costruzioni srl di cui l’uomo era in realta’ socio occulto, al fine di eludere le norme in materia di prevenzione patrimoniali. Tra i beni sequestrati la societa’ Edil Color srl, con 7 immobili ubicati a Palermo, in Corso Calatafimi ed in via Giuseppe Sunseri, nonche’ un’autovettura; la 3G Costruzioni e servizi srl e il complesso dei beni aziendali, consistenti in 16 appartamenti a San Vito Lo Capo (Trapani), 11 appartamenti, 5 cantine ed un esercizio commerciale a Palermo, in via Evangelista Di Blasi, un immobile ad uso ufficio in via Francesco Speciale, nonche’ due autocarri e altrettante autovetture; la Immobiliare Cld srl, con 7 immobili tra Palermo e San Vito Lo Capo: altri appartamenti e box tra Palermo e San Vito Lo Capo, nonche’ conti correnti bancari e polizze assicurative.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here