Salute

Covid: bufera social su Cancelleri e il sindaco di Caltanissetta Gambino che mangiano per strada malgrado zona rossa. Le scuse del primo cittadino

Redazione

Covid: bufera social su Cancelleri e il sindaco di Caltanissetta Gambino che mangiano per strada malgrado zona rossa. Le scuse del primo cittadino

Ven, 26/03/2021 - 22:55

Condividi su:

CPrima l’apertura di un tratto della Strada Statale 640 poi la sosta al panificio per mangiare qualcosa insieme. Ha suscitato le proteste dei cittadini e dei ristoratori nisseni la foto postata su facebook da un panettiere che ritrae il sottosegretario ai Trasporti Giancarlo Cancelleri insieme al sindaco di Caltanissetta, anche lui del M5S, Roberto Gambino, intenti a consumare pietanze di tavola calda con altre persone. Caltanissetta e’ zona rossa dal 15 marzo e i contagi non accennano a diminuire. Proprio per questo piu’ volte, nel corso delle sue dirette su facebook, il sindaco aveva esortato i cittadini a non creare assembramenti davanti ai bar aperti per l’asporto. Tanto che qualcuno ha anche dovuto chiudere. “Io ho due bar e una friggitoria – racconta Giuseppe Balbo – e abbiamo scelto di chiudere perche’ la situazione in citta’ e’ molto critica e capita che le persone si fermino a mangiare davanti i locali nonostante sia vietato.

Quindi con grande senso di responsabilita’ abbiamo fatto questa scelta. Ecco perche’ una foto di questa fa ancora piu’ rabbia”. In seguito alle proteste dei cittadini la foto e’ stata rimossa ma ha fatto in tempo a passare da profilo in profilo e adesso i nisseni vogliono una spiegazione su quanto accaduto. Il sindaco Roberto Gambino ha replicato sulla sua pagina facebook personale. “A volte la stanchezza e la velocita’ giocano brutti scherzi – ha detto il primo cittadino – una foto non puo’ cancellare il lavoro svolto quotidianamente con impegno e passione. Non mi aspetto comprensione ma neanche tutti questi attacchi gratuiti. Chiedo scusa alla citta’ se ho turbato la sensibilita’ dei miei concittadini”. (ANSA)

Necrologi di Caltanissetta