Editoria: Istat, al Nord legge una persona su 2; al Sud 1 su 4 

0

La lettura risulta molto piu’ diffusa nelle regioni del Nord: ha letto almeno un libro il 49,4% delle persone residenti nel Nord-ovest e il 48,4% di quelle del Nord-est. Al Sud la quota di lettori scende al 26,7% mentre nelle Isole si conferma una realta’ molto differenziata tra Sicilia (24,9%) e Sardegna (44,7%). E’ quanto emerge nel rapporto Istat su Editoria e lettura di libri nel 2018. La tipologia comunale e’ un ulteriore elemento discriminante. L’abitudine alla lettura e’ molto piu’ diffusa nei Comuni centro dell’area metropolitana, dove si dichiara lettore poco meno della meta’ degli abitanti (49,2%) mentre la quota scende al 36,1% nei Comuni con meno di 2 mila abitanti. Anche il livello di istruzione si conferma elemento determinante: legge libri il 73,6% dei laureati (75,0% nel 2015), il 46,7% dei diplomati e solo il 26,5% di chi possiede al piu’ la licenza elementare. La lettura e’ poi fortemente influenzata dall’ambiente familiare: i bambini e i ragazzi sono certamente favoriti se i genitori hanno questa abitudine. Ad esempio, tra i ragazzi sotto i 18 anni legge il 74,9% tra chi ha madre e padre lettori e solo il 36,2% tra coloro che hanno entrambi i genitori non lettori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here