L’azienda nissena PFE S.p.A. top partner dell’Orlandina Basket

    0

    Prosegue il “matrimonio” tra la prestigiosa azienda nissena PFE S.p.A. e l’Orlandina Basket che partecipa al campionato di basket di serie A2. L’accordo raggiunto sancisce che la PFE sarà Top Partner del Club per la stagione 2019/20.
    La società  cestistica sottolinea come sia fiera di avere come partner, ormai da diversi anni, la PFE S.p.A., azienda leader in Italia ed in Europa nel settore del Cleaning e del Facility Management, che rappresenta una vera e propria impresa d’eccellenza.

    «Siamo fieri di essere ancora insieme all’Orlandina Basket – dichiara Salvatore Navarra Presidente del CdA di PFE S.p.A. – il nostro percorso con il Club guidato dalla famiglia Sindoni è iniziato ben tre anni addietro e possiamo dire che ormai è consolidato e sempre più produttivo. Per noi, che siamo presenti ed operiamo nei mercati nazionali ed esteri, abbinare il nostro brand a quello dell’Orlandina Basket rappresenta quell’”Orgoglio Siciliano” che quest’anno è anche l’hashtag valoriale della stagione e di cui anche voi avete issato una bandiera con i tanti anni di stagioni sportive disputate tra la serie A e la serie A2 che danno lustro alla Sicilia in Italia e nel mondo.

    Siamo certi – conclude Salvatore Navarra – che lo spirito della nostra collaborazione rimarrà immutato e, oltre alla prima squadra, sarà sempre orientato al sostegno delle attività del settore giovanile dell’Orlandina Basket Academy. Questo perché crediamo molto nella missione che ognuno di noi deve compiere nel proprio territorio per la diffusione di valori sani e nobili tra i più giovani come solo lo sport può aiutarci a fare.»

    «La qualità di Pfe, leader internazionale nel suo settore – dichiara il Presidente dell’Orlandina Basket Enzo Sindoni – impreziosisce il team degli sponsor dell’Orlandina Basket. Sono grato al dottor Navarra, tra i migliori imprenditori italiani, per avere scelto per il terzo anno la nostra squadra quale partner privilegiato. Ho fondata speranza che il futuro possa unire ancor più due realtà siciliane che hanno saputo andare oltre il limite della normalità.»

    LASCIA UN COMMENTO

    Please enter your comment!
    Please enter your name here