Villalba, Gruppo “Amare Villalba” al Sindaco: “consegni il paese al giudizio dei cittadini”

0

VILLALBA – In questo periodo di caldo, la pubblicazione di una sequenza di comunicati stampa relativa alla situazione politica locale sembra fare arrabbiare i cittadini villalbesi per ciò che succede in consiglio comunale e per i tempi occorrenti alla soluzione dei problemi.  Muro contro muro, dunque,  fra amministrazione e consiglio comunale e il botta e risposta arriva puntuale  con i rispettivi comunicati stampa, evidentemente, a tavolino; un particolare, questo, che ai cittadini non sfugge. Ed è la volta del gruppo “Amare Villalba” che replica al sindaco Plumeri e presenta la sua verità:  ” Ancora una volta, scrivono i consiglieri di opposizione (maggioranza),  un consiglio comunale improntato alla violenza verbale, quello celebrato la sera del 9 luglio. C’era da aspettarselo considerato che ancora arde la brace del consiglio precedente del 2 luglio dove abbiamo fotografato il gioco delle tre carte operato dal Sindaco in merito ai Piani tariffari della Tari. E così siamo diventati ancora una volta Bugiardi, irresponsabili e delinquenti, parole che non si addicono neanche a un primo a un primo cittadino che ormai è diventato l’ultimo della classe. All’O.d.g. il Piano Triennale delle Opere Pubbliche e il Documento unico di Programmazione. Noi abbiamo portato numerosi emendamenti allo strumento di finanziario, diminuendo diversi capitoli per impinguare di 135mila € il capitolo per la realizzazione di un cantiere. La decurtazione più rilevante l’abbiamo operata sulla previsione fatta dal Sindaco sui fondi per la progettazione, 90.000 €, a suo dire indispensabili per affidare incarichi esterni visto che l’Ufficio tecnico è sguarnito di ingegnere, dopo il pensionamento dell’Ing. Bordenga. Questa ultima è una storia vecchia , anche negli anni precedenti esisteva lo stesso problema, con il capo dell’Ufficio tecnico a Part-time, e nessuna vera programmazione in termini di strutturazione della capacità progettuale dell’Ente è mai stata messa in campo. Anche l’unico consigliere attivo rimasto al Sindaco ha presentato emendamenti, ma sappiamo benissimo che ciò non segna una distanza tra l’esecutivo ed il loro consigliere, si tratta invece di emendamenti commissionati da una Giunta che emenda se stessa Siamo anche convinti che il cantiere, da noi messo in programmazione del bilancio non sarà realizzato, visto che quello programmato l’anno scorso, sempre da noi, non vede ancora nessuna luce, eppure queste sono opere alla portata di un qualsiasi ufficio tecnico. E allora riteniamo che il Sindaco non debba stupirsi della nostra mancata collaborazione, non ha mai avuto i numeri in consiglio comunale, non può godere della nostra fiducia come noi non possiamo godere del suo rispetto. Ci siamo rivolti agli organi di controllo della Regione Siciliana per avere una parola chiara circa i suoi sortilegi sui piani di tassazione che maggiormente interessano la cittadinanza e sono parte integrante del nostro bilancio comunale. Dopo aver assunto i chiarimenti del caso, che certo non possiamo aspettarceli da lui , voteremo il bilancio così come lo abbiamo emendato. Se il Sindaco è interessato a spargere ancora veleno in questo ultimo scorcio di mandato , faccia pure, continui a dire che noi non lo facciamo amministrare. Vedremo dove sta il patetico in questa storia pessima di amministrazione, se non può amministrare non lo si deve solo alla nostra opposizione, dimentica che lo hanno lasciato i suoi più strenui difensori, non può amministrare perché non ha nessuna parte di una amministrazione e voler continuare a trascinare questo sbando fino all’ultimo non è resistenza, non è eroismo, è solo egoismo. Oltre che continuare ad offenderci perche’ noi a suo dire continuiamo a “bloccare” la sua grande voglia e capacità amministrativa, potrebbe cogliere l’occasione per dire a tutti i cittadini a che punto è il progetto di Joe Plumeri. Quasi un anno fa è stata data la notizia dell’opera benefattrice del nostro illustre cittadino onorario, ne ha parlato ampiamente la stampa e tutto il comprensorio. Non si capisce come mai un Sindaco che ha portato con enfasi la buona novella, creando molte aspettative nella comunità, ora, a distanza di dieci mesi pratica il silenzio assoluto e contestualmente dopo aver messo in bilancio ben 90.000 € di progettazione , non prevede nulla per uno studio di fattibilità, un parere o una consulenza tecnica a supporto dell’idea progetto da portare alla valutazione del nostro benefattore. Ci sorge qualche dubbio… A fronte delle accuse di irresponsabilità , quando dice che “Insieme per Villalba non ha i numeri, e che “Amare Villalba” non usa i suoi numeri per il bene del paese, bisogna ricordargli che senza numeri specie se i numeri mancanti siano quelli suoi , un sindaco responsabile prende atto della non legittimità del suo ruolo e consegna il paese al giudizio dei cittadini”.