Assessore Territo in azione: “Presidio Centro UVA a Mussomeli operativo dal 1° giugno”

0

Territo_Giuseppina-2MUSSOMELI –  Giuseppina Territo, Assessore delle politiche sociali, welfare, istruzione, nella giunta del sindaco Catania, ha preso carta e penna, mettendo nero su bianco,  con una sua nota, il suo argomentare, riconducibile alla sua azione amministrativa nel  ruolo di assessore. Così ha scritto: “In data 03/09/2015 questa amministrazione chiedeva al Dirigente del Distretto Socio Sanitario dell’ASP di Caltanissetta, l’attivazione di un presidio del Centro UVA, al fine di consentire che le prestazioni di valutazione della patologia legata all’Alzheimer,  potessero essere effettuate per gli utenti di Mussomeli e dei comuni appartenenti al distretto Socio sanitario D10 presso la sede ASP di Mussomeli,  anziché in quella di Caltanissetta.  Utenti che, per la patologia particolare di cui sono affetti,  non possono sostenere viaggi lunghi ed estenuanti, considerata la rete viaria che deve essere percorsa, e che, spesso,  pur di non affrontare tali disagi, rinunciano alle cure. Ciò non si può consentire; ed ecco perché, continua l’assessore Territo, l’amministrazione non ha mai desistito dal portare avanti questa richiesta,  sin dal 03/09/2015, sollecitando l’ASP di riferimento, con contatti verbali e scritti e in ogni sede  d’incontro, fino ad ottenere, con nostra grande soddisfazione, l’avvio di un Ambulatorio di supporto U.V.A. a Mussomeli,  già fruibile dagli utenti a decorrere dall’ 01/06/2016 nei locali di via Manzoni. La perseveranza e il desiderio di migliorare le condizioni di chi si trova nel bisogno e di chi soffre, scrive ancora la Territo,  ci ha consentito di ottenere questo risultato che, se pur piccolo, aiuterà ad alleviare la sofferenza di molti. Questo atteggiamento, poi sottolinea l’assessore,  contraddistingue anche battaglie molto più difficili da vincere, quali il mantenimento del punto nascita a Mussomeli,  nonostante l’affermazione dell’ex sindaco Calà,  che ritiene il sindaco Catania  ”la parte  più debole” (cit. calà); mi chiedo rispetto a cosa e a chi , perché se è vero che il bene dei cittadini del nostro comune sta a cuore a tutte le forze politiche,  perché  non intervenire a sostegno di colui che è debole al fine di evitare che          ”Mussomeli  non paghi lo scotto” (cit calà)…..ma  quello che interessa è veramente il bene del popolo di Mussomeli o mostrare la propria forza, pesando la debolezza  di chi  per il bene di tutti i cittadini deve essere il  più  forte?”, Così continua l’Assessore Territo nel suo argomentare scritto: ”  Noto da parte dell’ex sindaco Calà una sorta di compiacimento nel constatare che sebbene tutte le azioni intraprese  da questa amministrazione a difesa del  punto nascita , ancora non si sia  ottenuta la deroga, intuisco una sorta di esortazione a non far nulla.. . tanto  ”la questione punto nascita è irrisolvibile” (cit. Calà), in tutto ciò si evidenzia  una profonda contraddizione perché da cittadino e da politico non si potrebbe essere che dispiaciuti , e si dovrebbe spingere a non mollare finché esiste ancora la pur minima possibilità di raggiungere l’obiettivo. Questi pensieri, conclude la Territo,  non ci appartengono  e pertanto noi tenteremo tutte le strade percorribili, affinché si possa raggiungere questo risultato e tanti altri, sia nel settore della sanità che in qualsiasi altro settore, rimanendo sempre aperti a qualunque collaborazione che abbiamo puntualmente chiesta, tutte le volte che si è trattato di difendere un bene così grande come la salute”.