Salute

Condannati con sentenza passata in giudicato per associazione di tipo mafioso percepivano il Reddito di cittadinanza

Redazione 1

Condannati con sentenza passata in giudicato per associazione di tipo mafioso percepivano il Reddito di cittadinanza

Ven, 21/01/2022 - 17:11

Condividi su:

Cinque persone sono state denunciate dai Carabinieri della Compagnia di Paternò e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Catania poiché gravemente indiziate di aver indebitamente percepito il reddito di cittadinanza, utilizzando dichiarazioni non corrispondenti al vero e omettendone altre.

Dagli accertamenti investigativi è emerso come i beneficiari siano stati condannati, con sentenza passata in giudicato, per associazione di tipo mafioso, o abbiano ottenuto il beneficio per conto dei propri coniugi, anch’essi condannati per mafia.

L’importo complessivo riscosso indebitamente è di oltre 48mila euro. L’I.N.P.S. ha revocato immediatamente il beneficio e avviato le necessarie procedure di restituzione. La legge prevede la pena della reclusione da due a sei anni nei confronti di chiunque, al fine dell’indebita percezione del beneficio “rende o utilizza dichiarazioni o documenti falsi o attestanti cose non vere, ovvero omette informazioni dovute”.