Salute

Raccontare la Sicilia: il decimo cartone animato di Caggiulino Sicanium è a Caltanisetta

Redazione

Raccontare la Sicilia: il decimo cartone animato di Caggiulino Sicanium è a Caltanisetta

Sab, 01/08/2020 - 12:41

Condividi su:

Raccontare la Sicilia: il decimo cartone animato di Caggiulino Sicanium è a Caltanisetta

La bellissima città di Caltanissetta è lo scenario del decimo episodio del cartone animato made in Sicily di Caggiulino Sicanium, realizzato all’interno delle iniziative di marketing innovativo territoriale realizzate dalla PMI innovativa iInformatica Srls di Trapani.Il progetto del cartone animato di Caggiulino è nato dopo il lancio di “Sicanium, ta cuntu jucannu”, il gioco da tavolo della Sicilia, in cui Caltanissetta assume particolare rilievo in quanto una delle “caselle brigante”.

In questa nuova avventura, il simpatico Caggiulino Sicanium andrà alla scoperta di Caltanissetta, iniziando il suo viaggio scoprendo il Duomo della città dedicato a Santa Maria la Nova,in cui sono presenti affreschi del pittore fiammingo Borremans. Ci racconta anche del colorato passato della città siciliana, ricordando che, in periodo recente, Caltanissetta è stata sede di una forte ed importante attività di estrazione di gesso e di zolfo.
Il cambio di scena è accompagnato dai versi della siciliana Federica Oddo, omaggio a Caltanissetta e alla sua bellezza:
“Cuore dell’isola, aggregato di forme, colori e odori che mescolano storie diverse, lontane nel tempo e nello spazio. Visioni greche, arabe e normanne ornano il cuore della città e lo colorano di una veste tinta di oro e d’azzurro.Dalle viscere di questa terra, d’oro colorate, echeggiano ancora le voci di quanti qui hanno sudato e lavorato. Pietre ricche, minerale prezioso che tanto ha dato e che tanto ha tolto a questa bella terra, protagonista di un passato glorioso di cui, ora, giacciono, inermi i resti di un’antica civiltà.”


Caggiulino è ora davanti i resti delle vecchie miniere di zolfo, nelle cui vicinanze razzolano delle galline cornute, varietà tipica del nisseno. L’amabile cagnetto fa subito amicizia con una di loro, Gilda, che gli racconta delle miniere e dei minatori.Gilda, tiene a precisare che l’attività di estrazione dello zolfo a Caltanissetta era così importante che venne istituito il primo istituto minerario d’Italia nel 1862. Gilda racconta anche del terribile disastro di Gessolungo di cui vengono raccontati gli eventi in una famosa canzone della Mala.Il cartone animato, di oltre 5 minuti, realizzato da Angelo Cucina, Gioele Gargano, Federica Oddo e Demetrio Antonio Cavara dopo aver valorizzato anche Trapani, Agrigento, Palermo, Erice, Ragusa, Enna, Siracusa, Messina e Catania procede alla scoperta della trinacria dando ulteriori spunti per vivere l’estate 2020 fra sicurezza e incanto nel territorio siciliano.