Salute

Fatti dal Mondo. Studio in Germania: nei cani tasso di affidabilità dell’80% per individuare pazienti positivi al Covid 19.

Redazione 1

Fatti dal Mondo. Studio in Germania: nei cani tasso di affidabilità dell’80% per individuare pazienti positivi al Covid 19.

Mer, 08/07/2020 - 15:06

Condividi su:

Fatti dal Mondo. Studio in Germania: nei cani tasso di affidabilità dell’80% per individuare pazienti positivi al Covid 19.

I cani sono sempre più precisi nel fiutare il Covid. A sostenerlo è stato uno studio condotto in Germania, presso l’Università Veterinaria di Hannover. I migliori amici dell’uomo, in base a questo studio, avrebbero fin qui raggiunto un tasso di affidabilità dell’80% rivelandosi preziosi alleati per la la diagnosi precoce del Covid 19.

Il progetto – come riporta il Messaggero – ha visto coinvolti dieci cani di diverse razze, dai Golden Retriever ai Pastori Alsaziani, tutti ospitati da un centro di training della Bundeswehr. I quadrupedi sono stati addestrati a riconoscere l’infezione da coronavirus in diversi campioni di persone positive al virus, come saliva e urina, approfittando dello straordinario olfatto di cui questa specie dispone.

I risultati hanno fatto registrare oltre l’80% di precisione. I cani hanno prima imparato a riconoscere il virus, dopo di che, senza rischiare di subirne l’infezione, hanno operato con il virus attivo rivelandosi in grado di intercettare e segnalare all’addestratore la possibile positività del paziente.

Fonte: Il Messaggero.