Rassegna stampa. Caltanissetta, esame superato per le due rotatorie

1

Le due rotatorie realizzate provvisoriamente dal Comune di Caltanissetta nella via Veneto, di cui una all’incrocio con la via Fra’ Giarratana e l’altra con la via Luisa Moncada, hanno risposto positivamente alla prova effettuata con le scuole riaperte per cui vengono valide e saranno mantenute. “Abbiamo atteso – ha detto il comandante della polizia municipale Diego Peruga – che le scuole riaprissero per verificare se le due rotatorie della via Veneto reggessero l’aumentato transito veicolare: i risultati riscontrati sono stati soddisfacenti. Nei giorni successivi alla riapertura delle scuole, io e il dirigente della direzione lavori pubblici del Comune ing. Giuseppe Tomasella abbiamo effettuato appositi sopralluoghi, soprattutto nelle ore di punta dell’entrata e dell’uscita degli studenti dalle scuole della zona, per capire come si svolgesse la circolazione veicolare. Il risultato è stato soddisfacente perché il transito delle auto è stato fluido e sicuro e non sono stati registrati ingorghi di sorta né rallentamenti considerevoli dei veicoli. Le due rotatorie hanno mostrato di potere gestire tranquillamente i flussi di transito anche con l’aumentata presenza dei veicoli in circolazione”. “Dopo avere superato la prova, le due rotatorie diventeranno permanenti – ha aggiunto Peruga – . Se prima potevano aversi delle riserve, ora non è più così”. Ora cosa avverrà? “Conclusa la fase 1 con la prova effettuata e con l’acquisizione positiva dei risultati, passeremo subito alla fase successiva. Infatti c’è già l’intesa con l’ing. Tomasella secondo la quale – ha risposto il comandante Peruga – l’ufficio tecnico predisporrà l’apposita perizia di spesa per la sostituzione degli attuali e provvisori new jersey con altri fissi in muratura. Lo schema attuale sarà mantenuto perché risponde bene alle esigenze preventivate. Redatta la perizia di spesa e trovata la copertura finanziaria per gli interventi che dovranno essere eseguiti e che non comportano una grossa spesa, i lavori saranno subito avviati e presto realizzati. Intanto è già stato disposto che i semafori dei due incroci, attualmente spenti, saranno rimossi e trasportati al magazzino perché non saranno più utilizzati”. Il comandante della polizia municipale si è mostrato particolarmente compiaciuto del risultato ottenuto «sul quale – ha detto – confidavamo molto per risolvere i problemi di viabilità nei due punti nevralgici della città”. Ha poi evidenziato: “Come sono strutturate, le due rotatorie rispondono alle esigenze di carattere ambientale perché senza le auto con il motore acceso ferme ai semafori in attesa di passare e senza gli scarichi di gas, non c’è inquinamento a beneficio dell’ambiente e della salute dei cittadini”. (di Luigi Scivoli, fonte La Sicilia)

1 COMMENTO

  1. Sono ben contento che il dirigente Peruga si sia finalmente convinto della bontà dell’intervento. La Commissione Ambiente che ho presieduto nella scorsa Consiliatura che era anche composta dal vicepresidente Patrizia Giugno e dai consiglieri Calogero Adornetto, Walter Dorato, Antonio Favata, Salvatore Mazza e Adriana Ricotta aveva proposto l’inserimento di queste rotatorie almeno due anni fa.
    La città ha dovuto aspettare molto tempo perché, malgrado i numerosi incontri e la fattibilità tecnica dimostrata, la proposta si concretizzasse.
    La risposta alle esigenze manifestate dalla cittadinanza è spesso tardiva per eccesso di burocrazia e convinzioni personali che talvolta trascendono quelle comuni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here