Il neo viceministro Cancelleri: “Pronto a dare mio contributo soprattutto per il mio territorio che necessita di rilancio”

0

“Sono davvero contento per aver ricevuto la nomina di viceministro delle Infrastrutture e dei Trasporti”. Lo scrive su Facebook Giancarlo Cancelleri, finora vice presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana. “Sono pronto a dare il mio contributo a questo Governo Conte e impegnero’ tutte le mie energie per farlo al meglio -prosegue – Un ministero fondamentale soprattutto per il mio territorio che necessita di un immediato rilancio”. Cancelleri , ha 44 anni ed e’ nato a Caltanissetta. Nel 2012 ha cominciato la sua carriera politica candidandosi a presidente della Regione Siciliana in vista delle elezioni regionali. Il 28 ottobre si piazza al terzo posto con il 18,17% dei voti dietro al candidato del centro-sinistra Rosario Crocetta, eletto governatore, e a Nello Musumeci del centro-destra. Nonostante il risultato viene comunque eletto deputato all’Assemblea Regionale Siciliana. Nel 2017 decide di ricandidarsi a governatore della Sicilia per le elezioni regionali, dove si piazza al secondo posto con il 34,65% delle preferenze dietro al candidato vincente Nello Musumeci, venendo rieletto pero’ deputato in quanto presidente non eletto con il maggior numero di voti. Il 21 dicembre successivo viene eletto vicepresidente dell’Ars, incarico che ora dovra’ lasciare per spiccare il volo verso Roma.

L’incarico che mi e’ stato conferito mi riempie di orgoglio e soddisfazione, ma mi attribuisce anche una enorme responsabilita’ che cerchero’ di onorare col massimo impegno, come del resto, ho sempre fatto finora all’interno del Movimento e come portavoce del gruppo regionale all’Ars”. Lo afferma il deputato regionale del M5s, Giancarlo Cancelleri, commentando la nomina a viceministro delle Infrastrutture e Trasporti appena arrivata da Roma. “Ci sara’ – dice Cancelleri – moltissimo da lavorare e non vedo l’ora di cominciare a farlo per cercare di dare quelle risposte che in questi nevralgici settori si aspetta I’Italia e, soprattutto, la Sicilia, dove la rete viaria e le infrastrutture in genere sono messe malissimo e per i trasporti c’e’ tantissimo da fare. Un ringraziamento particolare va a tutti gli attivisti siciliani che col loro sostegno hanno contribuito in maniera determinante a portare il Movimento al governo nazionale, a tutti i portavoce siciliani e ai colleghi del gruppo parlamentare all’Ars, compagni di tante battaglie”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here