Nel catanese, picchiava e violentava l’ex-compagna da sette anni: abusi iniziati quando lei era minorenne

0

CATANIA – Sette anni di abusi e silenzi. Un giovane di 26 anni e’ stato arrestato dai carabinieri di Santa Maria di Licodia per maltrattamenti contro familiari, lesioni personali aggravate e atti sessuali con minorenne commessi ai danni della convivente. Le indagini, coordinate dal procuratore aggiunto di Catania Marisa Scavo, hanno evidenziato una serie di eventi che hanno visto la donna vivere dal 2012 un vero e proprio inferno. L’uomo nel corso della convivenza familiare, oltre ad avere abusato sessualmente della compagna quando questa ancora non aveva compiuto i 14 anni, l’ha ripetutamente aggredita, presa a calci e pugni, provocandole lesioni e un caso la perforazione del timpano, isolandola di fatto dal contesto di amici e soprattutto dalla famiglia di origine. E’ cio’ e’ avvenuto anche dopo la decisione della ragazza di lasciare il compagno che l’ha minacciata di morte: “Ti infilo un coltello nel collo”, o “Non ti fare vedere in giro con qualcuno perche’ ti metto sotto con la macchina”. La vittima, ormai esasperata, ha comunque trovato la forza di reagire denunciando l’ex ai carabinieri.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here