Salute

Ci lascia la professoressa Salvina Carelli Scarlata: per decenni icona di simpatia e professionalità del Ruggero Settimo

Redazione

Ci lascia la professoressa Salvina Carelli Scarlata: per decenni icona di simpatia e professionalità del Ruggero Settimo

Ven, 03/02/2023 - 20:07

Condividi su:

Chiunque abbia frequentato il Liceo Ruggero Settimo tra gli anni settanta e i primi del terzo millennio ha sicuramente un caro ricordo della professoressa Salvina Carelli Scarlata, docente di latino e greco nell’allora ginnasio della nostra città. Dotata di innata simpatia e cordialità, ha saputo trasmettere il grande patrimonio della classicità a tante generazioni di studenti e a tutti ,anche ai più scapestrati, è sicuramente rimasto qualcosa di quel mondo e di quella bellezza, grazie a lei. Sono stata una studentessa negli anni ottanta, anni goliardici in cui affievolitosi l’impegno politico, noi ragazzi volevamo solo divertirci e, se possibile, saltare qualche ora di lezione o una intera giornata scolastica per ritrovarci tutti al “viale”. Ben consapevole di tutto questo, la professoressa sapeva come rapportarsi con noi, per ottenere comunque qualcosa di buono, senza essere mai né troppo rigida né troppo morbida, seguendo la strada dell’allora preside Edge, famoso per le sue circolari, capolavori di oratoria, con le quali sperava di indurci a più seri propositi.

Lo stesso mix di professionalità e simpatia la professoressa Carelli lo esprimeva durante le gite scolastiche ancora rigorosamente in Italia e in autobus: fosse Roma, Firenze o, per i più arditi, Venezia la meta, tutti tornavamo pensando di esserci solo divertiti ma in realtà arricchiti da quanto visto e apprezzato anche grazie alle spiegazioni della professoressa, normalmente capogruppo dell’armata Brancaleone. Non pochi suoi studenti hanno proseguito gli studi in Lettere, facendo tesoro di quanto appreso tra i banchi e si sono ritrovati ad essere giovani colleghi della loro ex professoressa, un punto di riferimento sia professionalmente sia umanamente per i tanti che l’hanno apprezzata e voluta bene non solo durante i tanti anni di servizio ma anche dopo la pensione.

I funerali saranno celebrati sabato 4 febbraio alle ore 15:30 presso la Chiesa San Paolo. Alla famiglia, le condoglianze dell’editore Michele Spena e di tutta la redazione.

Pubblicità Elettorale