Salute

Russia taglia fornitura di gas alla Finlandia

Redazione

Russia taglia fornitura di gas alla Finlandia

Sab, 21/05/2022 - 09:36

Condividi su:

La Russia questa mattina ha interrotto la fornitura di gas naturale alla Finlandia. Un’altra conseguenza del conflitto in corso in Ucraina, con una tensione crescente nelle ultime tra la Russia e il Paese scandinavo confinante, che nei giorni scorsi ha fatto richiesta di adesione alla Nato interrompendo una lunga tradizione di neutralità. 

Le tappe del distacco. Il colosso Gazprom Export ad aprile ha chiesto ai Paesi europei di pagare in rubli le forniture di gas russo, a causa delle sanzioni imposte per l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca, ma la Finlandia si e’ rifiuta di farlo ed ha un arbitrato per il rispetto del contratto. Da qui lo stop all’export di gas. 

Oggi l’operatore finlandese Gasum nel comunicare “le forniture di gas naturale alla Finlandia in base al contratto di fornitura di Gasum sono state interrotte” ha specificato che il sistema e’ in equilibrio “sia fisicamente che dal punto di commerciale vista”.

Dopo l’interruzione della fornitura di gas naturale dalla Russia, ora Gasum punta a fornire i propri clienti tramite altre fonti di approvvigionamento. La maggior parte del gas utilizzatore in Finlandia proviene dalla Russia, ma rappresenta comunque il 5% del consumo energetico annuo della nazione. 

Gazprom comunica di aver fornito 1,49 miliardi di metri cubi di gas naturale alla Finlandia nel 2021, pari a circa due terzi del consumo di gas del Paese. Adesso una fonte alternativa sara’ il gasdotto Balticconnector, l’impianto che collega il Paese scandinavo alla rete del gas dell’Estonia. 

Inoltre la Finlandia scorsi ha dichiarato di aver nei giorni scorsi di noleggiare una nave di stoccaggio e rigassificazione da una societa’ con sede negli Stati Uniti per aiutare a sostituire le forniture russe, a partire dal quarto trimestre di quest’anno.