Salute

Prete arrestato in operazione condotta nel nisseno, Diocesi Piazza Armerina: “Fiducia nell’operato della magistratura”

Redazione

Prete arrestato in operazione condotta nel nisseno, Diocesi Piazza Armerina: “Fiducia nell’operato della magistratura”

Mar, 24/05/2022 - 14:38

Condividi su:

Nota stampa a firma di Don Carmelo Cosenza, direttore UDCS, diocesi di Piazza Armerina, sulla vicenda giudiziaria che ha visto coinvolto Don Giovanni Tandurella.

Su ordine del Gip Roberto Riggio, don Tandurella è stato posto agli arresti domiciliari, gia’ presidente della struttura pubblica e ora parroco della cattedrale di Piazza Armerina, mentre sono stati interdetti per un anno dai ruoli societari dell’Ipab, Renato Mauro ed i consiglieri comunali (di Gela) di Fratelli d’Italia Sandra Bennici e Salvatore Scerra. Tutti e tre hanno l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Secondo l’indagine, condotta dai carabinieri di Gela, i soldi dell’Ipab “Antonietta Aldisio” sono stati utilizzati per l’acquisto di un appartamento a Gela e per dei lavori nella chiesa Santa Maria, sempre a Gela, dove era parroco. 

Ecco, di seguito, il contenuto della nota.

In merito alla notizia del provvedimento della Procura di Gela con il quale si dispongono gli arresti domiciliari per il Rev. Don Giovanni Tandurella, la Diocesi esprime la massima fiducia nell’operato della Magistratura auspicando che al più presto venga fatta chiarezza sui fatti avvenuti nelle sedi opportune.