Salute

“Medico generoso ed appassionato”: il web piange commosso Sebastiano Nocilla, medico del S.Elia di Caltanissetta

Redazione

“Medico generoso ed appassionato”: il web piange commosso Sebastiano Nocilla, medico del S.Elia di Caltanissetta

Sab, 28/05/2022 - 17:22

Condividi su:

Un cordoglio unanime, trasversale, sincero, dolente che ha attraversato i social e ancora adesso scorre come un fiume in piena. La morte improvissa e tragica di Sebastiano Nocilla, 51 anni, sposato, medico del pronto soccorso dell’ospedale S. Elia di Caltanissetta, ha letteralmente mandato in tilt i social.

Migliaia i messaggi, di pazienti, amici, concittadini, colleghi e persone che lo conoscevano, che hanno “tempestato” i post su facebook che riportavano del grave e straziante accadimento. Il dottore, nativo e residente a Pietraperzia, ha accusato un dolore mentre bruciava, stamani, delle sterpaglie nel suo podere in contrada Menta: caduto al suolo esamine, è stato avvolto dalle fiamme. Il corpo semi-carbonizzato e’ stato rinvenuto intorno alle 11.45 da alcuni passanti.

I messaggi sui telefoni e le notizie pubblicate sui giornali online hanno diffuso la ferale notizie. Incredulità, sconcerto, dolore e tristezza. Un professionista unanimente apprezzato per la passione che spendeva quotidianamente ed incessantemente nel suo lavoro, per la disponibilità e la non comune sensibilità.

Ecco di seguito alcuni dei messaggi che lo ricordano.

Mi dispiace moltissimo ,era il mio medico di famiglia sempre disponibile ,bravo ,gentile,quando telefonavo se non rispondeva poi richiamava lui c’è ne sono pochi medici come lui RIP.

Dopo una vita di sacrifici un destino crudele! Riposa in pace Sebastiano. Sentite condoglianze alla famiglia.

Mi dispiace tantissimo non ho parole sempre gentile disponibile R.I.P Dott Sebastiano

Che tristezza era un bravo medico. Al pronto soccorso era sempre disponibile ed efficiente. Riposa in pace.

Tutti i messaggi hanno il medesimo tenore: a dimostrazione delle qualità umane non comuni, riconosciute al dottor Sebastiano Nocilla.