Salute

Caltanissetta, i bambini di Sant’Agata concludono il Centro estivo da protagonisti

Redazione 2

Caltanissetta, i bambini di Sant’Agata concludono il Centro estivo da protagonisti

Gio, 02/12/2021 - 19:43

Condividi su:

L’inverno ha iniziato a soffiare il suo gelido respiro ma il “calore” emanato dai volontari dell’associazione Sant’Agata di Caltanissetta continua a diffondersi nell’aria.

Il “Centro estivo”, nel quale sono stati accolti per attività ludico – ricreative i bambini del quartiere, si è dilungato fino all’autunno inoltrato concludedosi questa settimana.

Una scelta dettata dalla programmazione di un’attività teatrale che avrà il suo culmine nelle domeniche del 5 e del 12 dicembre con la messa in scena di una favola interpretata dagli stessi bambini al Teatro Regina Margherita.

Per condividere questo momento di festa, durante il quale tutti i bambini hanno ricevuto un dono, oltre i volontari dell’associazione e i genitori, ha avuto il piacere di essere presente anche il Sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino. Il primo cittadino ha avuto l’onore di vedere in anteprima le prove generali dello spettacolo “Cappuccetto Rosso”.

Padre Sergio Kalizak, Presidente dell’associazione e Parroco dell’omonima chiesa, ha sempre incoraggiato i volontari a prendersi cura dei bambini aiutandoli con le necessità primarie materiali -come ad esempio i cibo o il vestiario – e quelle cognitive invitandoli ad aprire la loro visione del mondo, accrescere la cultura, integrarsi con il resto dei loro coetanei ed esprimere in pieno la loro personalità. Un invito che da oltre 7 anni continua a generare nuovi germogli non soltanto tra i volontari ma anche tra i bambini che si avvicinano a questa realtà.

L’associazione Sant’Agata, infatti, opera in collaborazione con le altre realtà del territorio interagendo con l’assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Caltanissetta, la Croce Rossa, club service e altre associazioni di carattere solidale e benefico.

“Quest’anno il Comune di Caltanisetta ha preferito dare spazio a quei progetti che si aprivano all’inclusione sociale in tutte le sue sfaccettature. Il Centro estivo promosso e organizzato dall’associazione Sant’Agata è uno dei tanti che sono stati patrocinati o finanziati dal Comune erogando fondi o mettendo a disposizione locali – ha spiegato l’assessora alle Politiche Sociali Cettina Andaloro -. Tanti, tantissimi bambini hanno partecipato ai progetti, ai vari laboratori anche musicali e teatrali, giochi e allegria negli spazi e ville comunali della città. Come Giunta ci riteniamo soddisfatti dell’obiettivo raggiunto e ci auguriamo di poter ripetere l’esperienza anche l’anno prossimo. Un ringraziamento lo voglio rivolgere a tutte le associazioni per la grande professionalità dimostrata e per le emozioni che hanno saputo creare anche in me”.

L’estate è fatta per giocare all’aperto, correre e divertirsi. Un “diritto” dei bambini che durante l’anno si impegnano con le attività scolastiche e un “dovere” da garantire da parte degli adulti. “Ringraziamo i cittadini, nostri benefattori, che ci aiutano donando beni di prima necessità da destinare ai circa 200 bambini di cui ci prendiamo cura – hanno commentato i volontari che ogni lunedì e mercoledì aprono la loro sede in via Re d’Italia nei locali adiacenti alla chiesa Sant’Agata -. Il nostro impegno in associazione non potrebbe essere della stessa efficacia senza il contributo del prossimo che si sente coinvolto per aiutare <<l’altro>>. Invitiamo tutti coloro che vogliono conoscere meglio la nostra associazione o offrire il loro tempo per dedicarsi agli altri a venirci a trovare. Le nostre porte, proprio come quelle della Provvidenza Divina, sono sempre aperte”.

Nella foto: un momento di gioco vissuto dai bambini durante il centro estivo.