Salute

Rassegna stampa. Caltanissetta, elevato rischio allagamenti: da ripulire 830 caditoie

Luigi Scivoli - La Sicilia

Rassegna stampa. Caltanissetta, elevato rischio allagamenti: da ripulire 830 caditoie

Mar, 26/10/2021 - 10:18

Condividi su:

CALTANISSETTA – Il maltempo che ha colpito le altre zone della Sicilia con pesanti conseguenze, e che fortunatamente –alme – no sino a ieri sera con la speranza che continui così – non ha causato gravi danni in città; ha però consigliato l’accelerazione degli interventi per lo svuotamento e la pulizia delle caditoie e delle griglie stradali che sono letteralmente intasate di rifiuti per cui, nel caso di violente e continue piogge, non sono in grado di raccogliere e smaltire nella fognatura tutte le acque piovane e potrebbero causare allagamenti.

In città le caditoie e le griglie stradali sono 830 ed è da tempo che non vengono svuotate e pulite. E’ stato calcolato che ognuna di esse contiene mediamente 75 chilogrammi di rifiuti per complessivi 62.000 chilogrammi che occorre rimuovere stavolta con urgenza. Gli interventi di svuotamento e di pulizia spettano per contratto alla società Dusty che ha in gestione il servizio di igiene della città mentre non sono di sua competenza la raccolta e il trasporto dei rifiuti nelle apposite discariche specializzate per accogliere il tipo particolare di rifiuti. Per quest’ultimo adempimento il Comune ha affidato l’incarico alla ditta Morgan’s della zona industriale di Dittaino per il compenso di 0,30 euro per chilogrammo e per l’importo complessivo di 20.460 euro.

La Dusty ha già avviato i lavori di svuotamento e di pulizia delle caditoie e delle griglie stradali e la ditta Morgan’s ha già effettuato i primi trasporti in discarica. «Ora però e dopo avere appreso quali sono le previsioni del tempo – ha detto il direttore locale della Dusty, Santo Mirisola – abbiamo accelerato gli interventi da effettuare che sono in corso da circa un mese; abbiamo intensificato il numero di interventi da compiere per la cui esecuzione abbiamo assegnato un maggior numero di operatori e di mezzi. Abbiamo anche predisposto un calendario delle priorità. Interverremo subito – ha aggiunto Mirisola – nelle strade che si trovano nelle zone più alte della città come, per esempio, il viale Luigi Monaco, ma anche nelle altre strade che per la loro posizione debbono raccogliere l’acqua piovana nelle caditoie e nelle griglie stradali per smaltirla nella fognatura ed evitare che si riversi nelle zone più in basso dove potrebbero provocare allagamenti»

Necrologi di Caltanissetta