Salute

Caltanissetta, “tornano” i canestri in via Dalmazia: apertura happening, con giovani … vintage e veri

Redazione

Caltanissetta, “tornano” i canestri in via Dalmazia: apertura happening, con giovani … vintage e veri

Mer, 21/07/2021 - 11:45

Condividi su:

CALTANISSETTA – Spalti gremiti, via vai di ragazzi, il vociare allegro e ridanciano, il suono della palla che “tocca” il tabellone, lo schiocco perentorio del “5” tra i compagni per un’azione ben riuscita: una galleria di istantanee che accomuna i frequentatori dei campi da basket e che nel pomeriggio di martedì 20 luglio, è tornata abituale anche per il “mitico” campo di via Dalmazia, nel capoluogo nisseno, culla e forgia di talenti, che ha accolto per decenni amanti della palla a spicchi nisseni e non solo.

Dopo 7 lunghi anni di silenzio e grazie ad un finanziamento regionale di 100mila euro, la struttura è tornata fruibile ed aperta a tutti. L’Amministrazione comunale, ieri presente al completo con sindaco e Giunta, ha “liberato” quel luogo di coinvolgenti battaglie sportive: cancelli aperti per consentire l’accesso a chiunque voglia giocare, divertirsi, ritrovare la socialità “vera” non quella dei social.

Una riapertura, avvenuta poco dopo le 17, che come il canto delle sirene ha attratto tutti quelli che negli anni 80’ e 90’ hanno vissuto da protagonisti diretti ed indiretti la “golden age” di questo iconico, storico, pezzo della città. Gli allora giovani, dopo tanti lustri un po’ meno giovani, con qualche capello bianco in più, non hanno resistito e si sono ritrovati per celebrare la riapertura com un presagio positivo di ritorno alla vita dopo una logorante pandemia.

Nessun giro di telefonate ma soltanto l’amore, la passione per il basket e il desiderio, irresistibile, di poter tornare a vivere il luogo dell’indimenticata adolescenza. Non è diminuito l’agonismo, il clima da battaglia, lo spirito goliardico e l’amicizia, non fiaccata dell’incedere incessante degli anni. Meno canestri, più ferri, tanti acciacchi e fiatoni al limite dell’apnea, non hanno tolto smalto e brillantezza ai giovani “vintage” che hanno riassaporato il gusto del campetto di via Dalmazia (sul cui destino si è speso con abnegazione il consigliere comunale Toti Petrantoni, anche lui in campo alla ricerca di canestri ed assist) e quello, dolce-amaro, della nostalgia.

Un happening, con annesso torneo (over …anta ) svoltosi dalle 20.30 alle 22, (in campo anche l’assessore allo sport Fabio Caracausi) ricco di emozioni e riabbracci, anche di intrecci generazionali con padri contro (soltanto sportivamente) figli e le mogli-mamme nel duplice ruolo di tifose dei ‘pargoli’ e sostenitrici, anche con fare da crocerossine, degli affaticati coniugi.

Rinfrancante, nel corso del pomeriggio, avere ammirato tanti ragazzini occupare con gioia quel rettangolo. L’immagine più bella che racconta di un futuro luminoso, della possibilità di vivere la città e di regalare ai bambini ed ai ragazzi un luogo di “formazione” non solo sportiva. I tanti ragazzi sono stati “guidati” da Lillo Terrana (Delegato Fip Caltanissetta), altro amante di Via Dalmazia, che ha gestito i tanti giovanissimi che hanno preso d’assalto l’impianto. Ottima la collocazione degli appositi contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti.

Una bella pagina che riaccende i colori della città e regala a tutti la possibilità di godere di un angolo utile a fare sport e proficuo per ritrovare il piacere della conversazione.

Necrologi di Caltanissetta