Salute

Rassegna Stampa: Parcheggio all’ospedale. La società spiega i motivi della chiusura

Redazione 2

Rassegna Stampa: Parcheggio all’ospedale. La società spiega i motivi della chiusura

Sab, 16/01/2021 - 12:41

Condividi su:

Rassegna Stampa: Parcheggio all’ospedale. La società spiega i motivi della chiusura

Con riferimento all’articolo “Rassegna Stampa. Caltanissetta, chiuso il mega parcheggio davanti l’Ospedale: manca uno scarico“, con il quale si è data notizia che il Suap ha disposto la chiusura del parcheggio della via Luigi Russo, la Interpaking Italia Srl di Venezia ha tenuto a precisare, con una nota a firma del presidente del Consiglio di amministrazione, ing. Davide Fornasiero e del direttore generale Alessandro Guerra, che “non è stata mai disposta la chiusura del parcheggio della via Luigi Russo che è rimasta costantemente operativa ed accessibile”.

Risulta comunque che il Suap di Caltanissetta con ordinanza n.14 del 12 gennaio 2021 ha disposto “l’annullamento della Scia prot. Rep Prov Cl Supro 754 del 18.06.2020 e la conseguente chiusura dell’attività di autorimessa sita in Caltanissetta via Luigi Russo senza numero alla ditta Lodetti Alliata Filippo nella qualità di legale rappresentante della srl Caltanissetta Hospital Parking”” e ha dichiarato la stessa ordinanza “immediatamente eseguibile”.

Il Suap ha motivato il provvedimento con il fatto che “il 23.09.2020 sono stati assegnati alla ditta Lodetti Alliata Filippo trenta giorni per confermare la Scia prot. Supro 754 del 18.06.2020 perché mancante la seguente documentazione: modello E 11 – Scia di attivazione scarico e richiesta di nuovo scarico/rinnovo/voltura per scarico di refluo assimilabile al domestico in pubblica fognatura completa di tutti i documenti richiesti”.

E poi: “Considerato che ad oggi non è stato dato alcun riscontro alla nota di cui sopra con il presente procedimento si provvede a dichiarare l’annullamento della Scia e la conseguente chiusura dell’attività”.

In proposito la Interparking Italia Srl fa presente che “La documentazione di cui si fa menzione non è stata presentata a causa di un’anomalia nella ricezione da parte della scrivente di comunicazione da parte degli uffici comunali. Questi ultimi, infatti, non prendendo atto del cambio di proprietà, hanno fatto riferimento al direttore della vecchia proprietà; pertanto la scrivente non è stata messa nelle condizioni di agire in quanto non a conoscenza dei fatti”.

Nella nota che è stata inviata dalla società al nostro giornale, si spiega che c’è stato un passaggio di proprietà e che “il sig. Lodetti Alliata non è più in carica dall’agosto 2020, sostituito dall’ing. Fornasiero”.