Salute

Emergenza coronavirus: Amministrazione Plumeri stanzia 160 mila euro per far ripartire l’economia villalbese

Carmelo Barba

Emergenza coronavirus: Amministrazione Plumeri stanzia 160 mila euro per far ripartire l’economia villalbese

Mer, 20/05/2020 - 11:30

Condividi su:

Emergenza coronavirus: Amministrazione Plumeri stanzia 160 mila euro per far ripartire l’economia villalbese

VILLALBA- (Alessandro Plumeri) – L’emergenza pandemica sanitaria ed economica causata dal COVID 19 non ha mai fermato l’attività della Giunta Comunale di Villalba, prova ne è il fatto che, il giorno dopo l’avvio della fase due e la conseguente riapertura delle attività pubbliche e private, il Sindaco Alessandro Plumeri e gli Amministratori hanno voluto fare sentire ancora di più la loro vicinanza alla popolazione e in un momento di grande crisi sociale e morale, hanno voluto dare prova ai propri concittadini che l’Istituzione Comunale non si è dimenticata del proprio paese.

Infatti è con la deliberazione della Giunta Comunale, datata appunto 19 maggio 2020, che il Sindaco e la sua Giunta hanno espresso chiaramente la volontà di stanziare la somma di 160 mila euro circa al fine di offrire un sostegno concreto, tangibile e immediato al proprio paese per fare ripartire l’economia villalbese, mitigandone così gli effetti negativi successivi all’epidemia.

Questa straordinaria misura economica prevede aiuti per le attività commerciali che sino ad ora sono state impossibilitate a svolgere la loro attività lavorativa e che, con la riapertura, devono rispettare le regole di distanziamento, con grave riduzione dei posti disponibili e dell’utenza, misure che creeranno evidenti danni economici alle attività produttive locali, che difficilmente potranno per quest’anno avere una ripresa tale da consentire di recuperare le perdite economiche subite.

In particolare per questa categoria si prevede;

  • abbattimento, fino al 70% del costo della TARI per chi è stato costretto a chiudere totalmente la propria attività commerciale in questi mesi di pandemia e l’abbattimento del 50% per chi ha dovuto chiudere invece parzialmente la propria attività;
  • aiuti per tutti coloro che dovendo riaprire la propria attività, adeguandosi naturalmente alle norme vigenti anti covid, devono sostenere delle spese non coperte dai finanziamenti Nazionali e Regionali;
  • Esonero totale della tassa Tosap per tutto l’anno 2020;

Sono stati previsti anche aiuti per le utenze private, nello specifico:

  • sconto del 20% sulla TARI per tutti i nuclei familiari;
  • buoni spesa, buoni relativi alle utenze domestiche (acqua, luce e gas).

Si è previsto, altresì, un contributo straordinario per contribuire al pagamento delle utenze delle chiese per la tutta la durata del periodo di emergenza;

E ancora, misure di sostegno in favore delle imprese sia edili che stradali che non saranno, spiega il Sindaco, contributi a fondo perduto, ma contributi per la realizzazione, da parte di queste imprese, di interventi utili alla comunità. Un vantaggio economico a beneficio delle imprese, ma allo stesso tempo un vantaggio anche per la comunità tutta, che potrà godere concretamente di interventi di pubblica utilità.

Una parte di questo finanziamento è rivolto anche ai liberi professionisti, ai quali verranno affidati incarichi vari di progettazione di opere necessarie al paese, questi progetti saranno remunerati subito ed acquisiti dall’Ente, il quale da un lato, aiuterà questa categoria a superare questo momento di difficoltà nell’immediato, dall’altro avrà la possibilità di sfruttare e utilizzare al meglio questi progetti nel futuro.

Non ci siamo dimenticati, di certo, delle enormi difficoltà che gli alunni e gli insegnanti stanno vivendo in questo periodo. La pandemia ci ha insegnato ad usare nuovi tipi di comunicazione, ci ha fatto capire che si può insegnare ed apprendere in un modo tutt’altro che convenzionale e cioè con la didattica a distanza.

Però, soprattutto in un piccolo paese come il nostro, non ancora pronto per questo tipo di approccio, non è stato facile adeguarsi. Per cui l’Amministrazione ha pensato anche a questo, abbiamo stanziato delle somme, con la metà delle quali acquisteremo delle sim dati che doneremo indistintamente a tutti i bambini, i ragazzi e gli insegnanti delle nostre scuole, con l’altra parte acquisteremo tablet e computer da destinare in comodato d’uso agli alunni che ne sono sprovvisti, non sappiamo cosa ci riserva il futuro anche per quanto riguarda le attività scolastiche, dobbiamo farci trovare pronti qualsiasi sia lo scenario che ci troveremo di fronte a settembre con l’inizio del nuovo anno scolastico.

La ripresa sarà lunga e graduale, consapevole di questo l’Amministrazione Comunale, conclude il Sindaco, con questa misura straordinaria ed eccezionale per la portata e per il suo significato, spera di sovvenire per quanto possibili alle esigenze del paese.

Una situazione problematica che non ha precedenti, necessita di soluzioni che non hanno precedenti e dobbiamo avere l’audacia di prendere delle decisioni determinanti, al fine di rendere il domani, per quanto precario, il più sereno possibile per tutti.