Salute

Caltanissetta, coronavirus: cordoglio per la scomparsa di Calogero Gurrera, il sindaco lo “ricorda”

Redazione

Caltanissetta, coronavirus: cordoglio per la scomparsa di Calogero Gurrera, il sindaco lo “ricorda”

Sab, 04/04/2020 - 19:50

Condividi su:

Caltanissetta, coronavirus: cordoglio per la scomparsa di Calogero Gurrera, il sindaco lo “ricorda”

CALTANISSETTA – Un velo di commozione ha ‘venato’ le parole del sindaco Roberto Gambino, che oggi nel consueto videomessaggio ai nisseni, ha ricordato Calogero Gurrera , da tutti conosciuto come Lino, nisseno di 76 anni, impiegato delle ferrovie in pensione.

Ieri la sua vita è stata spezzata dal coronavirus, era ricoverato al reparto di terapie intensiva Covid-19 dell’ospedale S.Elia. Il primo cittadino, commoso, ha sottolineato:” “E’ una persona che conoscevo molto bene, un amico. Una persona molto attiva nei comitati di quartiere, sempre da pungolo anche con le critiche ma sempre in modo corretto ed elegante. Mi mancherà perchè era una persona molto attenta, capace di mettersi in gioco. Ricordo le iniziative su via Mangialasagne e sulla Ss640, la sua presenza insieme a Giuseppe Scarpulla. Purtroppo ci mancherà. La città è vicina alla famiglia”.

Analogo cordoglio e sgomento si è registrato tra i tanti che lo conoscevano per le sue passionali battaglie con i comitati di quartiere e soprattutto con il Comitato Mangialasagne che ha dato rilevanza regionale al ‘calvario’ della ex Ss122 bis oggi via Borremans. Arteria a cui si collega la via Mangialasagne, martoriata dai lavori per il raddoppio della Ss640.

“Ciao Lino, suocero e amico di tante battaglie. Ci mancherà il tuo carattere irruento ma profondamente buono e di grande disponibilità. Coinvolgente e allegro nelle grandi occasioni”. Così lo ricorda Giuseppe Scarpulla, genero del defunto e presidente del comitato di quartiere in un post su Facebook nella pagina del comitato di quartiere.

Calogero Gurrera lascia le due figlie Katia e Deborah e le quattro nipoti a cui era molto legato.