Salute

Caltanissetta, Coronavirus. Comune, servizi gratuiti per i nisseni: al lavoro CRI, Etnos e DLF Nissa Rugby. Al via reclutamento volontari

Donatello Polizzi

Caltanissetta, Coronavirus. Comune, servizi gratuiti per i nisseni: al lavoro CRI, Etnos e DLF Nissa Rugby. Al via reclutamento volontari

Mar, 24/03/2020 - 10:18

Condividi su:

Caltanissetta, Coronavirus.  Comune, servizi gratuiti per i nisseni: al lavoro CRI, Etnos e DLF Nissa Rugby. Al via reclutamento volontari

Ciò che abbiamo fatto solo per noi stessi muore con noi. Ciò che abbiamo fatto per gli altri e per il mondo resta ed è immortale”. (Harvey B. Mackay)

In uno dei momenti più bui della storia d’Italia, tutti siamo chiamati ad offrire un contributo fattivo per sconfiggere un nemico quasi invisibile ma, letale e destabilizzante: il Covid-19. I nisseni “devono” stare a casa mentre attività produttive “necessarie”, forze dell’ordine e sanità operano, con passione e sacrificio, per abbassare l’onda travolgente di contagi e morti per coronavirus che rischia di travolgere la nostra patria. In questo frangente diventa fondamentale, necessario, ‘vitale’, sostenere le categorie “fragili” di persone, l’operato dei volontari e l’assistenza dell’Amministrazione.

Il Comune di Caltanissetta, per fronteggiare le necessità socio-assistenziali derivanti dall’emergenza epidemiologica da Covid-19, in Convenzione con Associazioni Volontarie e Cooperative Sociali cittadine, promuove i seguenti servizi di assistenza gratuiti: consegna a domicilio di farmaci e spesa (farmaci, generi alimentari e di prima necessità); prestazioni socio-assistenziali domiciliari di base (igiene personale).

I servizi di consegna a domicilio sono esclusivamente rivolti a tre categorie di persone: 1) soggetti in condizione di fragilità come anziani, immunodepressi, persone con patologie gravi o croniche che non possono ricevere supporto da parenti, amici, conoscenti; 2) soggetti posti in quarantena; 3) soggetti Covid positivi. Per richiedere i servizi si deve contattare il Comune di Caltanissetta, dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00 al seguente numero dedicato: Tel. 366 6392391.

Agli stessi orari è possibile rivolgersi direttamente alle Organizzazioni convenzionate, che sono tre nel capoluogo nisseno, ai seguenti numeri telefonici: – Soc. Coop. Soc. Etnos Tel. 0934 591313 – Croce Rossa Italiana Tel. 0934 090360 – DLF Nissa Rugby Tel. 328 7545409.

Un plauso a queste tre realtà, tre eccellenze della città, che in questi tempi perigliosi, tramite il loro personale, stanno svolgendo un servizio di estrema importanza, un esempio fattivo di solidarietà e sostegno. La tre ‘organizzazioni’ hanno già smaltito centinaia di chiamate: disponibilità, sorriso e generosità, il carburante di questi giovani (è giusto rimarcare come molti dei volontari siano dei giovani). Uno sforzo titanico coordinato dall’Amministrazione del sindaco Roberto Gambino.

Per chi volesse avvalersi del servizio, si ricorda che il costo della spesa è a carico dei cittadini senza oneri aggiuntivi per la consegna Le prestazioni socio-assistenziali di base a domicilio sono esclusivamente rivolte a soggetti in condizione di non autosufficienza privi di supporto da parenti, amici e conoscenti. Per richiedere il servizi, oltre al numero dedicato del Comune, è possibile rivolgersi direttamente a: – Associazione For Life Kid Tel. 3289443172

Inoltre considerato che la congiuntura derivante dalla quarantena si protrarrà fino al 3 aprile, il Comune di Caltanissetta al fine di potenziare l’operatività delle tre organizzazioni già attive nel territorio cittadino, recluta persone dai 18 ai 65 anni, disponibili per almeno tre giorni alla settimana, per sostenere il servizio di consegna a domicilio di farmaci e generi alimentari, a favore dei cittadini che rientrano nelle suddette categorie e residenti a Caltanissetta.

Per aderire a tale iniziativa l’interessato/a potrà rivolgersi ai Servizi Sociali del Comune di Caltanissetta telefonando, dalle ore 8.30 alle ore 13.30 e dalle ore 15.00 alle ore 19.00, al numero dedicato per l’emergenza sociale da Covid -19.

Diamo tutti una mano, non è il momento delle chiacchiere ma quello dei fatti, quello della comunanza, dell’appoggio.