Coppa Italia Promozione. Nissa ai quarti di finale, ma quanta fatica: 8-7 ai calci di rigore.

1

Obiettivo qualificazione ai quarti di finale raggiunto per la Nissa Fc, ma quanta fatica. La squadra di Gianfilippo Di Matteo ha battuto il Kamarat, ma solo ai calci di rigore 8-7 e dopo aver perso 1-2 nei tempi regolamentari e aver rischiato di uscire anzitempo ad opera di un Kamarat che ha lottato dall’inizio alla fine nonostante le tante assenze accusate per questa gara. La Nissa Fc aveva sbloccato il match al 26′ con Tomaselli. Considerato che la squadra nissena aveva vinto all’andata 1-2, il vantaggio del centravanti biancoscudato sembrava il prologo ad un facile sucesso della squadra di casa. E invece così non è stato. Progressivamente la Nissa ha perso smalto e nell’ultimo quarto d’ora di gioco ha preso due gol che, di fatto, hanno permesso al Kamarat, con le reti di Joof e Barone, di riacciuffare i padroni di casa. Ai rigori la Nissa s’è tuttavia imposta 8-7 vanificando il grande sogno del Kamarat di ribaltare il verdetto dell’andata anche in termini di qualificazione. Decisiva la parata di Maritato sul rigore di Ferrante che, se avesse segnato, avrebbe determinato la fuoriuscita della Nissa dalla Coppa Italia. Infine, rigore di Camara ed errore del giocatore cammaratese per l’8-7 finale.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here