Nel nisseno, benefattore anonimo dona 12 palloni a oratorio

0
October 1995, Buenos Aires, Argentina --- Children playing soccer in the street in the Boca district of Buenos Aires. --- Image by © Jean-Yves Ruszniewski/TempSport/Corbis

 Sembra un racconto d’altri tempi e invece e’ accaduto lunedi’ scorso, a Gela, all’oratorio salesiano del Villaggio Aldisio. Uno sconosciuto si e’ presentato alla Caritas Parrocchiale della chiesa San Domenico Savio e ha consegnato un sacco contenente 12 palloni di cuoio, per il gioco del calcio, di ottima marca. “Sono per i ragazzi dell’oratorio”, ha detto l’uomo. Ed e’ andato via. Dell’episodio e’ stato informato il direttore, don Alfredo Calderoni, un sacerdote salesiano originario di Biancavilla (CT), poco piu’ che trentenne, sorpreso, ma non troppo del gesto di generosita’ verso i suoi ragazzi, abitanti in uno dei quartieri ad alto rischio di devianze criminali della citta’. Ne ha circa 500 da seguire, tra catechesi, Savio Club e “infanzia missionaria”, cui spesso si aggiungono i giovani dei corsi professionali del Cnos-Fap. “Avevamo proprio bisogno di palloni – dice don Alfredo – ma non ci sono mai soldi a sufficienza, malgrado la generosita’ dei fedeli”. “Il nostro quartiere vive un periodo difficile – spiega il sacerdote – da quando e’ stato chiuso il petrolchimico dell’Eni”. “Giovani coppie, con figli, disoccupati, vengono a chiedere aiuto in parrocchia. Ma non ce la facciamo per tutti”. “Domenica, davanti a un supermercato c’erano degli animalisti che chiedevano offerte per i cani – racconta don Alfredo – ho detto loro, per questa domenica, di raccogliere oboli per le persone bisognose, che sono davvero tante”. “Lunedi’ – fa notare – anniversario del battesimo di don Pino Puglisi, amico ed educatore dei giovani, sono arrivati i palloni di cui avevamo bisogno per i nostri ragazzi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here