Interrogazione del gruppo consiliare “Caltanissetta Protagonista” sulla pulizia di tombini e caditoie.

0

CALTANISSETTA. I consiglieri comunali del gruppo “Caltanissetta Protagonista” Giovanna Mulè, Michele Giarratana e Salvatore Petrantoni hanno presentato un’interrogazione consiliare al sindaco Roberto Gambino a proposito della pulizia di tombini e caditoie. <Visto che stiamo per entrare nell’ultimo mese della stagione estiva – si legge nell’interrogazione –  e come spesso accade, è il periodo di copiosi acquazzoni. Spesso i danni a cose, abitazioni e persone causati dalle alluvioni sono dovuti anche alla mancanza di una manutenzione adeguata di strade e di cunette stradali, e del coordinamento degli interventi di pulizia di caditoie, tombini e cunette su strade ed aree comunali. È dunque opportuno agire in via precauzionale, tramite attività di prevenzione: il loro corretto funzionamento viene mantenuto infatti attraverso la pulizia e lo svuotamento dei tombini e delle caditoie  e delle camere di sedimentazione da noi chiaramente mai previste e non presenti. La pulizia di chiusini e caditoie viene eseguita da aziende specializzate, che intervengono con i loro automezzi dotati di getti idrodinamici ad alta pressione, idropulenti ed aspiranti. L’operazione comprende l’aspirazione del materiale presente all’interno del pozzetto e successivamente i reflui raccolti vengono conferiti in idonei impianti di smaltimento autorizzati. Durante l’intervento avviene la rimozione e ricollocazione del chiusino, riposizionando eventuali spessori antirumore, e la pulizia finale delle zone interessate dai lavori>. I tre consiglieri di Caltanissetta Protagonista hanno così proseguito: <Abbiamo voluto indicare le procedure a regola d’arte necessarie sperando che la nuova Amministrazione possa creare una discontinuità rispetto al passato. Alla luce di quanti descritto in premessa pertanto interroghiamo il Sindaco per sapere: considerato che è in carica da ormai tre mesi se ha verificato se è stato previsto un servizio simile; se si quali servizi sono stati richiesti alla ditta specializzata e quali costi sono stati previsti; in considerazione che i tempi di espletamento di questo servizio non sono immediati e che ancora oggi nulla è stato fatto, se sono state previste procedure d’urgenza>.

 

 

 

he stiamo per entrare nell’ultimo mese della stagione estiva, e come spesso accade, è il periodo di copiosi acquazzoni. Spesso i danni a cose, abitazioni e persone causati dalle alluvioni sono dovuti anche alla mancanza di una manutenzione adeguata di strade e di cunette stradali, e del coordinamento degli interventi di pulizia di caditoie, tombini e cunette su strade ed aree comunali.

È dunque opportuno agire in via precauzionale, tramite attività di prevenzione: il loro corretto funzionamento viene mantenuto infatti attraverso la pulizia e lo svuotamento dei tombini e delle caditoie  e delle camere di sedimentazione da noi chiaramente mai previste e non presenti.

La pulizia di chiusini e caditoie viene eseguita da aziende specializzate, che intervengono con i loro automezzi dotati di getti idrodinamici ad alta pressione, idropulenti ed aspiranti. L’operazione comprende l’aspirazione del materiale presente all’interno del pozzetto e successivamente i reflui raccolti vengono conferiti in idonei impianti di smaltimento autorizzati. Durante l’intervento avviene la rimozione e ricollocazione del chiusino, riposizionando eventuali spessori antirumore, e la pulizia finale delle zone interessate dai lavori.

Abbiamo voluto indicare le procedure a regola d’arte necessarie sperando che la nuova Amministrazione possa creare una discontinuità rispetto al passato.

Alla luce di quanti descritto in premessa pertanto interroghiamo il Sindaco per sapere:

  • considerato che è in carica da ormai tre mesi se ha verificato se è stato previsto un servizio simile;
  • se si quali servizi sono stati richiesti alla ditta specializzata e quali costi sono stati previsti;
  • in considerazione che i tempi di espletamento di questo servizio non sono immediati e che ancora oggi nulla è stato fatto, se sono state previste procedure d’urgenza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here