Pasquetta, in arrivo la pioggia “rossa” anche in Sicilia

0

 Un ciclone mediterraneo proveniente dalla Penisola Iberica e diretto sul nord Africa, comincia in queste ore a muovere il suo baricentro in direzione della Sardegna, Sicilia, Tirreno e poi Centro-Sud e, contemporaneamente, le correnti si stanno orientando dai quadranti meridionali tanto che forti venti di scirocco si apprestano a colpire il nostro Paese mettendo peraltro in sospensione sabbia dal deserto sahariano con conseguente cielo spesso lattiginoso. Oggi l’Italia dei picnic del lunedì di Pasquetta subisce quindi la beffa della pioggia scatenata da una vera e propria burrasca. Il sito IlMeteo.it avverte che “nuclei imponenti di pioggia con collegati temporali ricchi di grandine”, dalla Sicilia e Calabria si muoveranno verso il resto del Centro nel corso della mattinata. Ma il peggio si concretizzerà nel pomeriggio e poi la sera quando maltempo diffuso imperverserà su tutte le regioni centrali e risalirà verso il Nord a cominciare dall’Emilia Romagna, poi Liguria, Piemonte, Lombardia e Veneto, e cadrà pure la neve a 1500 metri. Attenzione alle raffiche di scirocco con punte fino a 110/140 km/h specie sulla Sardegna e sui settori centro occidentali della Sicilia. Questo flusso di correnti da Sud Est pescheranno l’aria direttamente dal deserto del Sahara, tra Algeria, Tunisia e Libia. I venti, che risaliranno di latitudine, trasporteranno così un massiccio carico di sabbia sahariana destinata a transitare anche sulle nostre regioni. Per questo motivo i cieli si tingeranno di un color tra il giallognolo ed il rosso opaco e, in caso di precipitazioni, si verificheranno vere e proprie “tempeste rosse” con forti piogge rossastre. Domani, inoltre, una forte perturbazione atlantica colpirà il Nord e il Centro a suon di temporali, rovesci e possibili nubifragi sui settori alpini e prealpini, nel frattempo il tempo migliorerà al Sud col ritorno del sole. Nei giorni successivi il tempo continuerà a rimanere molto instabile al Nord con temporali sparsi anche il 25 aprile, mentre al Centro-Sud tornerà a splendere il sole in un clima via via più caldo.