Salute

Palermo, realizzare un coordinamento di amministratori regionali e locali pro family: l’obiettivo dell’incontro a Palazzo Reale del 25 Marzo

Redazione

Palermo, realizzare un coordinamento di amministratori regionali e locali pro family: l’obiettivo dell’incontro a Palazzo Reale del 25 Marzo

Mer, 27/03/2019 - 12:40

Condividi su:

Il convegno, promosso dall’Associazione Family Day – Comitato Difendiamo i Nostri Figli, ha riunito numerosi amministratori locali siciliani, ma anche calabresi, sensibili alle tematiche della vita, della famiglia e della libertà di educazione e che giornalmente nei loro comuni cercano di dare risposte concrete alle esigenze della famiglia, istituto naturale ancora non adeguatamente posto al centro delle preoccupazioni della politica e aggredito da ideologie che l’avversano aggravando così, tra l’altro, l’attuale crisi demografica.
Tra i presenti anche numerosi rappresentanti di associazioni culturali e sociali tra le quali
Movimento per la Vita, Centro di Aiuto alla Vita, Forum Vita Famiglia Educazione, Istituto per la Famiglia Onlus, Osservatorio Famiglia e Politiche Sociali, Genitori Separati dai Figli, Italia Reale – Stella e Corona, Milizia dell’Immacolata, Associazione Porte Aperte, Accademia Baglio Sant’Agostino.
Durante l’incontro, moderato da Vincenzo Cuntreri, sono intervenuti Marco Invernizzi, Pino
Morandini ed Emmanuele Di Leo dell’organismo promotore, i deputati nazionali dell’intergruppo parlamentare per la vita e la famiglia Alessandro Pagano e Carolina Varchi e in rappresentanza del deputato regionale Antonio Catalfamo, trattenuto da un concomitante impegno istituzionale, Maria Fernanda Gervasi.
Hanno inoltre condiviso la loro esperienza amministrativa alcuni degli amministratori presenti: il sindaco di Rodì Milici Eugenio Aliberti, il presidente del consiglio comunale di San Filippo del Mela Valentino Colosi, i consiglieri comunali Alessandro Coco (Acireale), Igor Gelarda (Palermo), Rita Monella (Agrigento) e Massimo Ripepi (Reggio Calabria).
L’iniziativa segna l’avvio a livello regionale di una rete operativa di amministratori locali che
possano individuare e condividere iniziative concrete in grado di porre la famiglia al centro
dell’azione politica.

Necrologi di Caltanissetta