Salute

Torna “La primavera della Legalità” all’Istituto comprensivo Vallelunga-Villalba-Marianopoli

Carmelo Barba

Torna “La primavera della Legalità” all’Istituto comprensivo Vallelunga-Villalba-Marianopoli

Mer, 22/03/2017 - 21:00

Condividi su:

VILLALBA – “ Luoghi di speranza, testimoni di bellezza”.  Anche quest’anno, come ogni anno, martedì 21 Marzo, in occasione della prima giornata di primavera Libera ha celebrato la XXII Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, da quest’anno istituzionalizzata come giornata nazionale dal Parlamento italiano. Un evento che si è svoto simultaneamente in oltre 4000 luoghi diffusi in ogni parte d’Italia, dell’Europa e dell’America Latina. E’ stato creato così un ideale filo di memoria, quella memoria responsabile che dal ricordo può generare giustizia e impegno.  Tra i luoghi di speranza in cui Libera ha organizzato la giornata del 21 Marzo, gli alunni della Scuola dell’Infanzia, Primaria, Secondaria di I grado e i bambini della Sezione Primavera di Villalba, facenti parte dell’Istituto comprensivo Vallelunga-Villalba-Marianopoli, diretto dalla prof.ssa Graziella Parello, si sono ritrovati, a partire dalle ore 9:45 nel cortile delle Scuole, e hanno sfilato insieme tra le vie del paese fino alla piazza Vittorio Emanuele, dove c’è stato un momento di raccolta con la declamazione di brani e di poesie da parte degli alunni. Gli insegnanti, il personale scolastico e i genitori, invece, hanno letto i nomi delle vittime innocenti delle mafie. La professoressa Giuseppa Immordino, referente alla Legalità e alle Pari opportunità dell’Istituto comprensivo, che ha organizzato l’evento villalbese, ha aperto la manifestazione affermando: “Oggi a Villalba siamo tutti sbirri” per attestare solidarietà a don Luigi Ciotti e ha chiuso riprendendo le parole di “Libera”: “Abbiamo voluto ricordare le vittime delle mafie e delle stragi, quelli di cui conosciamo le storie, quelli di cui sappiamo solo il nome e i tanti dei quali non abbiamo ancora conoscenza. A loro e a tutte le vittime innocenti delle quali non abbiamo ancora notizie, va la nostra memoria e il nostro impegno”. Il corteo è stato preceduto da un incontro dei giovani studenti con il Capitano dei Carabinieri, dott. Luigi Balestra del Comando Compagnia di Mussomeli, con il maresciallo Gianfranco Pietropaolo e l’appuntato Bertolone della locale stazione. Nelle Scuole di Vallelunga e Marianopoli sono stati proiettati film inerenti alla legalità e legati a figure significative dell’antimafia e sono previsti, nei prossimi giorni, incontri con alcuni rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri.

Necrologi di Caltanissetta